"Tu e noi": la vita è un dialogo appassionato tra Lui e noi

Non c'è nulla di più grande per noi
del suo rivolgersi a noi,
del suo offrirsi a noi,
del suo invitarci a stare con Lui.

E Lui ci chiede di elevare a Lui
la voce del nostro cuore
e di radunarci attorno a Lui e in Lui.

GLI APPELLI DI MARIA VERGINE

Zeitun, Egitto, 1968-1970

La Madonna è apparsa pubblicamente a Zeiotun, nei pressi de Il Cairo, nel luogo dove secondo la tradizione Maria e Giuseppe si sono rifugiati per alcuni anni con il piccolo Gesù per sfuggire alla persecuzione di Erode. In quel luogo negli anni Venti è stata edificata una chiesa ortodossa copta dedicata a San Marco. Il 2 aprile 1968 la Madonna è apparsa come figura luminosa sul tetto della chiesa davanti a diversi testimoni musulmani. In seguito è apparsa davanti ad una folla di 250 mila persone in attesa dell'evento. La Vergine Maria ha assunto una forma molto simile a quella contenuta nella Medaglia Miracolosa di Catherine Labourè, già popolare in Egitto. L'evento è documentato da numerose foto e video. Insieme alla Vergine si potevano vedere figure di colombe che volteggiano attorno a Lei. La Madonna è stata vista camminare sulla Chiesa e sulla cupola, inginocchiarsi, alzare il Bambino Gesù tra le braccia. La durata delle apparizioni variava da pochi minuti fino a 9 ore. Un fumo profumato di colore viola si sollevava dalla chiesa durante le apparizioni. Numerose guarigioni miracolose sono state accertate tra i testimoni delle apparizioni, per lo più musulmani. La chiesa è ora intitolata alla 'Vergine della Luce'. Le apparizioni sono state riconosciute ufficialmente dalla Chiesa Ortodossa Copta il 5.5.1968. La Chiesa Cattolica ha mandato dei propri osservatori e ha avvallato la decisione della Chiesa Ortodossa.(1)
Queste apparizioni sono state silenziose e senza messaggi. Tuttavia il loro significato è eloquente: da una parte il richiamo alla storia evangelica dell'esilio della Sacra Famiglia – e cioè un richiamo alla verità del Vangelo -, dall'altra un segno ecumenico-missionario, rivolto alla moltitudine del popolo musulmano.

 

Preghiera alla Vergine della Luce
Maria, prediletta Figlia della Luce, Madre di Dio piena di Grazia, Tempio radioso del Verbo Incarnato, Dimora fulgida dello Spirito Santo, Santuario Immacolato della Santa Trinità, Tu sei Madre della Chiesa e madre nostra.
La Bellezza Divina che in te si riflette illumini il cammino della nostra comunità, renda luminose di amore e di grazia le nostre famiglie, rischiari gli orizzonti delle nuove generazioni, infonda speranza nel cuore di chi soffre.
Donaci, o Madre, la Luce che stringi al Tuo cuore, perché anche noi diventiamo come Te, testimoni di Luce per il mondo.
(† Mario Paciello,  Vescovo)

 


Cfr R. Laurentin – P. Sbalchiero, Dizionario delle "apparizioni" della Vergine Maria, trad. it., Edizioni Art, Roma 2010, voce "CAIRO II", pp. 137-141.

 


Per informazioni: contatti@tu-e-noi.org