"Tu e noi": la vita è un dialogo appassionato tra Lui e noi

Non c'è nulla di più grande per noi
del suo rivolgersi a noi,
del suo offrirsi a noi,
del suo invitarci a stare con Lui.

E Lui ci chiede di elevare a Lui
la voce del nostro cuore
e di radunarci attorno a Lui e in Lui.

GLI APPELLI DI MARIA VERGINE

San Nicolàs, Argentina, 1983-1990

La Madonna è apparsa in Argentina, nella città di San Nicolàs (260 km a nord-est di Buenos Aires), il 24 settembre 1983, ad una madre di famiglia di umili condizioni di nome Gladys Herminia Quiroga, nata nel 1937. Le apparizioni in forma pubblica sono poi proseguite, arrivando ad una frequenza quotidiana, fino al 11 febbraio 1990. La Madonna ha comunicato più di 1800 messaggi, caratterizzati da una serie di centinaia di citazioni bibliche. In forma strettamente privata la veggente ha continuato a ricevere messaggi anche successivamente. Nel novembre del 1983 la Madonna ha indicato il luogo sul quale ha chiesto che venisse costruito un santuario; il vescovo, mons. Domingo Salvador Castagna, ha accolto la richiesta e ha fatto edificare una grande chiesa (capace di contenere più di 8 mila persone in piedi) dedicata a Nostra Signora del Rosario e consacrata il 25 ottobre 1988. Mons. Castagna vi ha guidato personalmente per anni una processione ogni 25 del mese con migliaia di fedeli; ha autorizzato pure la pubblicazione e diffusione dei messaggi, dichiarati conformi alla fede cattolica, chiedendo che quelli posteriori al 11 febbraio 1990 rimanessero segreti. Ogni anno il santuario è visitato da due milioni di pellegrini. Molte le conversioni e le guarigioni segnalate. Benchè non ci sia stato ancora un riconoscimento ufficile delle apparizioni, il vescovo ha dichiarato: "I fatti di San Nicolàs, attraverso i loro frutti spirituali, hanno provato la loro autenticità". Il suo successore, mons, Cardelli, ha proseguito sulla stesa linea. Dal 1983 al 1989 Gladys avrebbe avuto anche 78 apparizioni di Gesù Cristo e il 16 novembre 1984 sul suo corpo sono state riscontrate le stigmate.(1)

Amati figli, recitate molto il Rosario… Figlia mia … leggi attentamente i miei messaggi, sii portatrice di amore, gioia e pace. Il tuo corpo è debole, ma il tuo spirito giorno dopo giorno si fortifica; il tuo impegno muoverà le montagne. Gloria al Padre Eterno. Leggi At 6,2-3; 6,4; 6,7:
2Allora i Dodici convocarono il gruppo dei discepoli e dissero: «Non è giusto che noi lasciamo da parte la parola di Dio per servire alle mense. 3Dunque, fratelli, cercate fra voi sette uomini di buona reputazione, pieni di Spirito e di sapienza, ai quali affideremo questo incarico. 4Noi, invece, ci dedicheremo alla preghiera e al servizio della Parola» …  7E la parola di Dio si diffondeva e il numero dei discepoli a Gerusalemme si moltiplicava grandemente; anche una grande moltitudine di sacerdoti aderiva alla fede.
Leggi Ebrei 12,14-15:
14Cercate la pace con tutti e la santificazione, senza la quale nessuno vedrà mai il Signore; 15vigilate perché nessuno si privi della grazia di Dio. Non spunti né cresca in mezzo a voi alcuna radice velenosa, che provochi danni e molti ne siano contagiati.
(novembre 1983)

Verrà il giorno in cui tutto sarà chiaro come l’alba; confidate nel domani, è vicino … Leggete: Apocalisse 1,1-3; 2,7:
1Rivelazione di Gesù Cristo, al quale Dio la consegnò per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve. Ed egli la manifestò, inviandola per mezzo del suo angelo al suo servo Giovanni, 2il quale attesta la parola di Dio e la testimonianza di Gesù Cristo, riferendo ciò che ha visto. 3Beato chi legge e beati coloro che ascoltano le parole di questa profezia e custodiscono le cose che vi sono scritte: il tempo infatti è vicino …  7Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese. Al vincitore darò da mangiare dall’albero della vita, che sta nel paradiso di Dio.
(novembre 1983)

Il mio desiderio è di stare fra di voi, colmarvi di benedizioni, di pace, di gioia e avvicinarvi al Signore Nostro Dio … Leggete Colossesi 3,15; 4,15:
15E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E rendete grazie! … 15Salutate i fratelli di Laodicea, Ninfa e la Chiesa che si raduna nella sua casa.
Leggete il capitolo 4 della seconda lettera ai Corinzi.
(novembre 1983)

Mi avete riempita di gioia; vi ho visti prostrarvi davanti a Nostro Signore, supplicando e cantando lodi; gioite perché Egli ascolta le vostre suppliche; ma ascoltate anche la Sua supplica, mettendo in pratica, da buoni cristiani, e ascoltando la Sua Parola. Non lasciate che i tormenti che patì, come anche la Sua morte, siano stati vani. Così come resuscitò, Egli vuole che anche voi godiate della Vita Eterna. Sappiate portare la vostra croce; accettatela come Egli l’accettò. Predicate queste mie parole. Amen. Se avevate dei dubbi, d’ora in avanti non li avrete più. Leggete: 1 Pietro 4,1-2; 4,7-19
1Avendo Cristo sofferto nel corpo, anche voi dunque armatevi degli stessi sentimenti. Chi ha sofferto nel corpo ha rotto con il peccato, 2per non vivere più il resto della sua vita nelle passioni umane, ma secondo la volontà di Dio … 7La fine di tutte le cose è vicina. Siate dunque moderati e sobri, per dedicarvi alla preghiera. 8Soprattutto conservate tra voi una carità fervente, perché la carità copre una moltitudine di peccati. 9Praticate l’ospitalità gli uni verso gli altri, senza mormorare. 10Ciascuno, secondo il dono ricevuto, lo metta a servizio degli altri, come buoni amministratori della multiforme grazia di Dio. 11Chi parla, lo faccia con parole di Dio; chi esercita un ufficio, lo compia con l’energia ricevuta da Dio, perché in tutto sia glorificato Dio per mezzo di Gesù Cristo, al quale appartengono la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen! 12Carissimi, non meravigliatevi della persecuzione che, come un incendio, è scoppiata in mezzo a voi per mettervi alla prova, come se vi accadesse qualcosa di strano. 13Ma, nella misura in cui partecipate alle sofferenze di Cristo, rallegratevi perché anche nella rivelazione della sua gloria possiate rallegrarvi ed esultare. 14Beati voi, se venite insultati per il nome di Cristo, perché lo Spirito della gloria, che è Spirito di Dio, riposa su di voi. 15Nessuno di voi abbia a soffrire come omicida o ladro o malfattore o delatore. 16Ma se uno soffre come cristiano, non ne arrossisca; per questo nome, anzi, dia gloria a Dio. 17È questo il momento in cui ha inizio il giudizio a partire dalla casa di Dio; e se incomincia da noi, quale sarà la fine di quelli che non obbediscono al vangelo di Dio? 18E se il giusto a stento si salverà, che ne sarà dell’empio e del peccatore? 19Perciò anche quelli che soffrono secondo il volere di Dio, consegnino la loro vita al Creatore fedele, compiendo il bene.
(novembre 1983)

Non stancatevi di scrivere, non stancatevi di leggere; questa è gioia per tutti! Questa è una benedizione; San Nicola vi proteggerà … Dalla fiamma viene la brace, dalla brace la cenere, ma con la mia parola è tutto il contrario; fate che la mia fiamma non si estingua! Amen … Ciò che seminate, raccoglierete; così sarà con ciò che il Signore manda. Affrettatevi, perché la notte sta arrivando; sappiate approfittare del giorno; desidero che lavoriate per la mia causa. Predicate questo … Gesù dice: "Amati figli, venite tutti a Me, le porte del Mio Regno sono aperte per tutti quelli che desiderano stare con Me. Amen". Leggete il primo capitolo della prima lettera di Pietro.
(novembre - dicembre 1983)

La Chiesa di Gesù Cristo deve accrescere la sua fede; Nostro Signore così desidera; molti devono convertirsi, non lo sono del tutto; è tempo di farlo. Amen. Leggete Atti 4,1-3; 6,6-7:
1Stavano ancora parlando al popolo, quando sopraggiunsero i sacerdoti, il comandante delle guardie del tempio e i sadducei, 2irritati per il fatto che essi insegnavano al popolo e annunciavano in Gesù la risurrezione dai morti. 3Li arrestarono e li misero in prigione fino al giorno dopo, dato che ormai era sera.
6Presentarono agli apostoli [i sette fratelli per il diaconato] e, dopo aver pregato, imposero loro le mani. 7E la parola di Dio si diffondeva e il numero dei discepoli a Gerusalemme si moltiplicava grandemente; anche una grande moltitudine di sacerdoti aderiva alla fede.
… Percorrete le strade dove c’è amore e speranza, non i sentieri dell’odio e del rancore; che Io sia seme al vento, che cade in terra fertile e dà frutto. Siate voi stessi come il Signore comanda. Gloria a Dio … La maggioranza della gente si sta scontrando contro un muro di malvagità; si salverà soltanto chi crede in Cristo Redentore. Figlia mia, questo è perché si sappia. Figli miei, venite tutti a Me.
(dicembre 1983)

Non si può vivere senza fare una supplica quotidiana al nostro Padre del Cielo, e tanto meno si può vivere con odi e rancori. Rivolgetevi al Signore per tutto ciò di cui avete bisogno. Egli ascolta quelli che chiedono con fede. Predicate questo. Leggete: Giacomo 1,2-12"
2Considerate perfetta letizia, miei fratelli, quando subite ogni sorta di prove, 3sapendo che la vostra fede, messa alla prova, produce pazienza. 4E la pazienza completi l’opera sua in voi, perché siate perfetti e integri, senza mancare di nulla. 5Se qualcuno di voi è privo di sapienza, la domandi a Dio, che dona a tutti con semplicità e senza condizioni, e gli sarà data. 6La domandi però con fede, senza esitare, perché chi esita somiglia all’onda del mare, mossa e agitata dal vento. 7Un uomo così non pensi di ricevere qualcosa dal Signore: 8è un indeciso, instabile in tutte le sue azioni. 9Il fratello di umili condizioni sia fiero di essere innalzato, 10il ricco, invece, di essere abbassato, perché come fiore d’erba passerà. 11Si leva il sole col suo ardore e fa seccare l’erba e il suo fiore cade, e la bellezza del suo aspetto svanisce. Così anche il ricco nelle sue imprese appassirà. 12Beato l’uomo che resiste alla tentazione perché, dopo averla superata, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promesso a quelli che lo amano.
(dicembre 1983)

Pregate perché lo Spirito Santo illumini la mente dell'uomo e possa vedere che cosa il Signore gli offre. E perché la povertà del suo spirito si arricchisca dell'Amore che solo il Sacro Cuore di Gesù può dare; pregate anche perché nasca un nuovo anno di ricerca del Signore, di consegna al Redentore, perché il Suo Cuore è ricolmo di Amore per voi. Supplicate, perché la vostra supplica sarà ascoltata. Amen.
(dicembre 1983)

Tutta l'umanità è contaminata, non sa che cosa vuole e questa è l'occasione buona per il maligno, ma non ne uscirà vittorioso. Gesù Cristo vincerà la grande battaglia, non bisogna lasciarsi cogliere di sorpresa, dovete stare all’erta. Per questo motivo chiedo tanta preghiera, tanta obbedienza al Signore. Lo dico per il mondo intero; predicate questo. Leggete I Re 2,3-4:
3Osserva la legge del Signore, tuo Dio, procedendo nelle sue vie ed eseguendo le sue leggi, i suoi comandi, le sue norme e le sue istruzioni, come sta scritto nella legge di Mosè, perché tu riesca in tutto quello che farai e dovunque ti volgerai, 4perché il Signore compia la promessa che mi ha fatto dicendo: “Se i tuoi figli nella loro condotta si cureranno di camminare davanti a me con fedeltà, con tutto il loro cuore e con tutta la loro anima, non ti sarà tolto un discendente dal trono d’Israele”.
Leggete Michea 4,2:
2Verranno molte genti e diranno: / «Venite, saliamo sul monte del Signore / al tempio del Dio di Giacobbe, / perché ci insegni le sue vie / e possiamo camminare per i suoi sentieri». / Poiché da Sion uscirà la legge / e da Gerusalemme la parola del Signore.
(dicembre 1983)

Si conosca l’appello urgente di Gesù Cristo alla conversione dell'uomo. Sono preoccupata per il mondo intero; ricordatevi che soltanto il Signore vi salverà. Leggete Giona 4,11:
e io non dovrei aver pietà di Ninive, quella grande città, nella quale sono più di centoventimila persone, che non sanno distinguere fra la mano destra e la sinistra, e una grande quantità di animali?
(dicembre 1983)

Il Signore vuole un popolo scevro dal peccato per compiere la Sua promessa di Vita Eterna. Dovete meritare il Suo Regno. Mettetevi nelle mani del Sacro Cuore perché vigili su di voi; non cadete in tentazione e badate che non possa penetrare in voi il maligno; questo piacerà al Signore. Dovete far conoscere questo. Leggete Deuteronomio 4,5-8:
5Vedete, io vi ho insegnato leggi e norme come il Signore, mio Dio, mi ha ordinato, perché le mettiate in pratica nella terra in cui state per entrare per prenderne possesso. 6Le osserverete dunque, e le metterete in pratica, perché quella sarà la vostra saggezza e la vostra intelligenza agli occhi dei popoli, i quali, udendo parlare di tutte queste leggi, diranno: “Questa grande nazione è il solo popolo saggio e intelligente”. 7Infatti quale grande nazione ha gli dèi così vicini a sé, come il Signore, nostro Dio, è vicino a noi ogni volta che lo invochiamo? 8E quale grande nazione ha leggi e norme giuste come è tutta questa legislazione che io oggi vi do?
E leggete Salmi 105,1-5:
1Rendete grazie al Signore e invocate il suo nome, / proclamate fra i popoli le sue opere.  / 2A lui cantate, a lui inneggiate, / meditate tutte le sue meraviglie. / 3Gloriatevi del suo santo nome: / gioisca il cuore di chi cerca il Signore. / 4Cercate il Signore e la sua potenza, / ricercate sempre il suo volto. / 5Ricordate le meraviglie che ha compiuto, /  i suoi prodigi e i giudizi della sua bocca,
(dicembre 1983)

In questo momento l'umanità è appesa a un filo. Se quel filo si rompe, molti non avranno salvezza. Per questo motivo chiamo alla riflessione. Affrettatevi, perché il tempo sta terminando. Non ci sarà posto per chi arriverà in ritardo. Il Signore desidera che tutti godano del Suo Regno. A quelli che sono lontani da Lui, dico: avvicinatevi, Gesù Cristo è a portata di mano. Predicatelo. Lodato sia Giuseppe, lodata sia Maria, lodato sia Dio per la terra promessa. Leggete: Ebrei 4,12-16:
12Infatti la parola di Dio è viva, efficace e più tagliente di ogni spada a doppio taglio; essa penetra fino al punto di divisione dell’anima e dello spirito, fino alle giunture e alle midolla, e discerne i sentimenti e i pensieri del cuore. 13Non vi è creatura che possa nascondersi davanti a Dio, ma tutto è nudo e scoperto agli occhi di colui al quale noi dobbiamo rendere conto. 14Dunque, poiché abbiamo un sommo sacerdote grande, che è passato attraverso i cieli, Gesù il Figlio di Dio, manteniamo ferma la professione della fede. 15Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non sappia prendere parte alle nostre debolezze: egli stesso è stato messo alla prova in ogni cosa come noi, escluso il peccato. 16Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia per ricevere misericordia e trovare grazia, così da essere aiutati al momento opportuno.
(gennaio 1984)

Ogni vostra sconfitta, nel giungere a Nostro Signore, è una vittoria del maligno. Il Signore soffre se vi lasciate convincere; sforzatevi di non soccombere al suo potere; fuggite dai cattivi pensieri, rafforzate giorno dopo giorno la vostra fede verso il Salvatore. Lasciate che lo Spirito Santo agisca in voi. Amen. Questo lo dico per il mondo. Leggete: Romani 6,16-18; 6,21-23:
16Non sapete che, se vi mettete a servizio di qualcuno come schiavi per obbedirgli, siete schiavi di colui al quale obbedite: sia del peccato che porta alla morte, sia dell’obbedienza che conduce alla giustizia? 17Rendiamo grazie a Dio, perché eravate schiavi del peccato, ma avete obbedito di cuore a quella forma di insegnamento alla quale siete stati affidati. 18Così, liberati dal peccato, siete stati resi schiavi della giustizia. … 21Ma quale frutto raccoglievate allora da cose di cui ora vi vergognate? Il loro traguardo infatti è la morte. 22Ora invece, liberati dal peccato e fatti servi di Dio, raccogliete il frutto per la vostra santificazione e come traguardo avete la vita eterna. 23Perché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.
(gennaio 1984)

Come Madre, mi sto prendendo cura dei miei figli. Infondo loro forza se sono deboli di spirito, per mancanza di fede. Il Signore dà saggezza a tutti quelli che desiderano riceverla. Gesù Cristo non manca d’amore per voi. Desidera darvene in abbondanza. Fate che questo si sappia. Amen. Leggete Apocalisse 3,8; 3,10:
8Conosco le tue opere. Ecco, ho aperto davanti a te una porta che nessuno può chiudere. Per quanto tu abbia poca forza, hai però custodito la mia parola e non hai rinnegato il mio nome … 10Poiché hai custodito il mio invito alla perseveranza, anch’io ti custodirò nell’ora della tentazione che sta per venire sul mondo intero, per mettere alla prova gli abitanti della terra.
(gennaio 1984)

Figli miei, non disobbedite a Gesù Cristo, perché il Suo Cuore puro soffre se vede che voi peccate. Il Signore desidera che siate quanto più perfetti possibile. Vuole che nessuno cada nelle tentazioni del mondo. Figlia mia, oggi apri il cuore al tuo prossimo. Fate sapere questo, è volontà mia e di vostro Padre. Amen. Leggete 1 Giovanni 2,3-6; 2,17:
3Da questo sappiamo di averlo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti. 4Chi dice: «Lo conosco», e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e in lui non c’è la verità. 5Chi invece osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui. 6Chi dice di rimanere in lui, deve anch’egli comportarsi come lui si è comportato. … 17E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno!
(gennaio 1984)

Sto vedendo costantemente la cecità di altri popoli davanti all'avvertimento di Dio, per questo so che voi farete molto per stare con Gesù Cristo. So che con il vostro impegno ci riuscirete. Leggete Atti 26,16-18:
16Ma ora àlzati e sta’ in piedi; io ti sono apparso infatti per costituirti ministro e testimone di quelle cose che hai visto di me e di quelle per cui ti apparirò. 17Ti libererò dal popolo e dalle nazioni, a cui ti mando 18per aprire i loro occhi, perché si convertano dalle tenebre alla luce e dal potere di satana a Dio, e ottengano il perdono dei peccati e l’eredità, in mezzo a coloro che sono stati santificati per la fede in me.
(gennaio 1984)

Non stancatevi di glorificare il Nome di Gesù Cristo. Leggete Apocalisse 12,10-12:
10Allora udii una voce potente nel cielo che diceva: / «Ora si è compiuta / la salvezza, la forza e il regno del nostro Dio / e la potenza del suo Cristo, / perché è stato precipitato / l’accusatore dei nostri fratelli, / colui che li accusava davanti al nostro Dio / giorno e notte. / 11Ma essi lo hanno vinto / grazie al sangue dell’Agnello / e alla parola della loro testimonianza, / e non hanno amato la loro vita / fino a morire. / 12Esultate, dunque, o cieli / e voi che abitate in essi. / Ma guai a voi, terra e mare, / perché il diavolo è disceso sopra di voi / pieno di grande furore, / sapendo che gli resta poco tempo».
(gennaio 1984)

Vostra Madre vi sta implorando di ascoltare Dio. Che nessuno faccia false suppliche, perché il Signore conosce il vostro cuore. Questo lo dico perché meditiate. … Ricordate che il Signore non vuole peccatori, ma piuttosto chi osserva e adempie alla Sua Legge. Dovete fuggire dal maligno e cercare il Signore, se è lontano da voi. Confidate nell’Altissimo. Egli, con la Sua potenza, vi libererà dal nemico. Amen. Leggete 2 Corinzi 2,8-17:
8Vi esorto quindi a far prevalere nei riguardi [del fratello peccatore] la carità; 9e anche per questo vi ho scritto, per mettere alla prova il vostro comportamento, se siete obbedienti in tutto. 10A chi voi perdonate, perdono anch’io; perché ciò che io ho perdonato, se pure ebbi qualcosa da perdonare, l’ho fatto per voi, davanti a Cristo, 11per non cadere sotto il potere di satana, di cui non ignoriamo le intenzioni. 12Giunto a Troade per annunciare il vangelo di Cristo, sebbene nel Signore mi fossero aperte le porte, 13non ebbi pace nel mio spirito perché non vi trovai Tito, mio fratello; perciò, congedatomi da loro, partii per la Macedonia. 14Siano rese grazie a Dio, il quale sempre ci fa partecipare al suo trionfo in Cristo e diffonde ovunque per mezzo nostro il profumo della sua conoscenza! 15Noi siamo infatti dinanzi a Dio il profumo di Cristo per quelli che si salvano e per quelli che si perdono; 16per gli uni odore di morte per la morte e per gli altri odore di vita per la vita. E chi è mai all’altezza di questi compiti? 17Noi non siamo infatti come quei molti che fanno mercato della parola di Dio, ma con sincerità e come mossi da Dio, sotto il suo sguardo, noi parliamo in Cristo.

Il Signore lascia libertà di scelta, vi fa vedere il bene e vi fa vedere il male, fa vedere la Luce e anche le tenebre. Chi vuole stare con Lui deve agire in accordo con i Suoi Comandamenti. Vostra Madre vi dice: convocate quanti potete per pregare, recitate il Santo Rosario. Lodato sia il Signore. Leggete Baruc 2,31-35:
31e riconosceranno che io sono il Signore, loro Dio. Darò loro un cuore e orecchi che ascoltino; 32nella terra del loro esilio mi loderanno e si ricorderanno del mio nome. 33E abbandoneranno la loro ostinazione e le loro azioni malvagie, perché ricorderanno il cammino dei loro padri che hanno peccato contro il Signore. 34Io li ricondurrò nella terra che ho promesso con giuramento ai loro padri, ad Abramo, a Isacco, a Giacobbe; essi la possederanno e io li moltiplicherò e non diminuiranno più.35Farò con loro un’alleanza perenne: io sarò Dio per loro, ed essi saranno popolo per me, né scaccerò mai più il mio popolo Israele dal paese che gli ho dato.
(gennaio 1984)

Vedo un grande salone, come una sala da ballo, con molta gente, uomini e donne giovani, sembrano ubriachi, qualcosa di molto brutto. La Vergine mi dice: "Queste sono calamità, relitti umani, nessun figlio di genitori a posto deve venire in questi posti. Dio non è qui, né in luoghi come questo. Non c’è nessuno che cerca il Signore in questo posto. Dovete pregare per i giovani del mondo che non hanno incontrato Dio. Per quelli che si comportano in maniera degradante; per quelli che sono mal consigliati. Il Signore può riscattarli perché è misericordioso e ama i Suoi figli. Leggete Galati 6,2; 6,6-10:
2Portate i pesi gli uni degli altri: così adempirete la legge di Cristo …6Chi viene istruito nella Parola, condivida tutti i suoi beni con chi lo istruisce. 7Non fatevi illusioni: Dio non si lascia ingannare. Ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato. 8Chi semina nella sua carne, dalla carne raccoglierà corruzione; chi semina nello Spirito, dallo Spirito raccoglierà vita eterna. 9E non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo, a suo tempo mieteremo. 10Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti, soprattutto verso i fratelli nella fede.
(gennaio 1984)

Dice Gesù: "Colui che è sano di cuore, che rimanga sano, che non si contamini. Colui che cammina sulle Mie orme erediterà la Vita Eterna e colui che osserva i Miei Comandamenti mi avrà come compagno per il resto dei suoi giorni. Che nessuno si spaventi delle Mie parole. Dirai questo ai tuoi fratelli." Poi la Vergine mi dice: "Figli miei, ascoltate Gesù Cristo; Egli annuncia la Sua promessa. Vestitevi a festa, non di stracci. Se siete con il Signore siete già vestiti come Egli chiede. Obbedite a mio Figlio e io mi glorierò in voi. Gloria al Signore. Recitate il Santo Rosario ma fatelo con la devozione e l'amore che esige il Signore. Leggete Geremia 9,22-23; 10,6-7:
22Così dice il Signore: «Non si vanti il sapiente della sua sapienza, non si vanti il forte della sua forza, non si vanti il ricco della sua ricchezza. 23Ma chi vuol vantarsi, si vanti di avere senno e di conoscere me, perché io sono il Signore che pratico la bontà, il diritto e la giustizia sulla terra, e di queste cose mi compiaccio. Oracolo del Signore».
6Nessuno è come te, Signore; tu sei grande e grande è la potenza del tuo nome. 7Chi non temerà te, o re delle nazioni? A te solo questo è dovuto: fra tutti i sapienti delle nazioni e in tutti i loro regni nessuno è simile a te.
(febbraio 1984)

Le mie parole non sono di scoraggiamento né devono essere motivo di pena. Dovete essere convinti che il futuro sarà migliore del presente e attendere Gesù Cristo con tutto il vostro amore. Il Signore non delude i Suoi figli. Leggete Proverbi 2,1-9; 2,20-21:
1Figlio mio, se tu accoglierai le mie parole e custodirai in te i miei precetti, 2tendendo il tuo orecchio alla sapienza, inclinando il tuo cuore alla prudenza, 3se appunto invocherai l’intelligenza e rivolgerai la tua voce alla prudenza, 4se la ricercherai come l’argento e per averla scaverai come per i tesori, 5allora comprenderai il timore del Signore e troverai la conoscenza di Dio, 6perché il Signore dà la sapienza, dalla sua bocca escono scienza e prudenza. 7Egli riserva ai giusti il successo, è scudo a coloro che agiscono con rettitudine, 8vegliando sui sentieri della giustizia e proteggendo le vie dei suoi fedeli. 9Allora comprenderai l’equità e la giustizia, la rettitudine e tutte le vie del bene … 20In tal modo tu camminerai sulla strada dei buoni e rimarrai nei sentieri dei giusti, 21perché gli uomini retti abiteranno nel paese e gli integri vi resteranno, 22i malvagi invece saranno sterminati dalla terra e i perfidi ne saranno sradicati.
(febbraio 1984)

Dal Suo Albero il Signore ti diede un Germoglio, germoglierà perché è in terra fertile, non lasciate che con Esso facciano legna. Grande sarebbe la Sua gioia sapendo che parla e viene ascoltato, chiedete aiuto ed Egli vi salverà … Benedite il Signore Re dell'universo. Lodate Dio Padre Nostro. Che tutti sappiano che Egli è misericordioso, che perdona e ama sopra tutte le cose. Che il Suo Regno è eterno, come eterno è l’Amore per i Suoi figli. Egli chiede soltanto fede e di vivere nella Sua Parola, in cambio offre la salvezza dell’anima e liberazione totale. Amen. Amen.
(febbraio 1984)

La potenza di Dio supera tutti i calcoli che può fare l'uomo. Il giudizio del Signore è grande se non obbedite ai Suoi Comandamenti, così come la Sua misericordia per colui che è obbediente alla Sua Parola. Manifestate la vostra fede e fate la vostra alleanza con Lui. Gloria a Dio. Leggete Ezechiele 18,25-29:
25Voi dite: “Non è retto il modo di agire del Signore”. Ascolta dunque, casa d’Israele: Non è retta la mia condotta o piuttosto non è retta la vostra? 26Se il giusto si allontana dalla giustizia e commette il male e a causa di questo muore, egli muore appunto per il male che ha commesso. 27E se il malvagio si converte dalla sua malvagità che ha commesso e compie ciò che è retto e giusto, egli fa vivere se stesso. 28Ha riflettuto, si è allontanato da tutte le colpe commesse: egli certo vivrà e non morirà. 29Eppure la casa d’Israele va dicendo: “Non è retta la via del Signore”. O casa d’Israele, non sono rette le mie vie o piuttosto non sono rette le vostre?
(febbraio 1984)

Accumulate virtù, questo è gradito al Mio Signore. Egli vi dà la Sua Luce, lasciatevi illuminare ed essa libererà il peccatore da ogni castigo. Il Signore a tempo debito mostrerà la grandezza delle Sue opere. Amen. … I codardi e quelli che hanno vuoti i loro cuori vivono nel terrore del futuro, ma non fanno nulla per avvicinarsi al Signore; chiudono gli occhi e non vogliono vedere. In questo modo non vedranno il Regno di Dio. Ascoltate il Signore, non lo rifiutate, è la vostra salvezza. Gloria a Dio. … Voglio la conversione del mondo, basta con le disobbedienze al Signore. Figli, pregate per questa intenzione. … Il Signore risponderà a chi si pente delle sue cattive azioni. Il Signore dice: pentitevi ed Io vi perdonerò. Il nemico non avanzerà; la mano di Dio, vostro Padre, lo fermerà. Al momento opportuno, Egli sradicherà il male, vi purificherà e voi giungerete ad essere dei buoni cristiani. Gloria all’Altissimo.
(febbraio 1984)

Figlia mia, la tua gente cambierà, aumenterà la sua fede in Dio, distribuirò benedizioni e avrete risposta dal Signore. Di’ ai tuoi fratelli che nella Chiesa c’è la Parola di Gesù Cristo, andateci e ascoltatela. Gloria al Santissimo Padre. Leggete Isaia 29,13-14:
13Dice il Signore: «Poiché questo popolo si avvicina a me solo con la sua bocca e mi onora con le sue labbra, mentre il suo cuore è lontano da me e la venerazione che ha verso di me è un imparaticcio di precetti umani, 14perciò, eccomi, continuerò a operare meraviglie e prodigi con questo popolo; perirà la sapienza dei suoi sapienti e si eclisserà l’intelligenza dei suoi intelligenti».
(marzo 1984)

Il Signore sa che date tutto per la ricerca della ricchezza spirituale, per questo la mette a vostra disposizione ogni minuto della vostra vita. Figli, la vera gioia del cristiano è vivere in Cristo e per Cristo. Amen. Amen. … Fate offerte al Signore. Per umile che possa sembrare la vostra offerta, è sempre gradita a Dio. Fate in modo che nulla si anteponga al Signore, Egli deve essere sempre nei vostri pensieri e nelle vostre opere. Gloria a Dio. … Il Signore conosce la fatica della vostra lotta quotidiana. Ma dovete dedicare tempo a Gesù Cristo. Meditate la Sua Parola. Egli vi guarda e cancellerà con il Suo Amore ogni vostra fatica e dolore. Lodate il Signore. Amen. Amen.
(marzo 1984)

Figli miei, cercate Gesù Cristo e lo troverete. Lo troverete, ve lo assicuro, e non lo lascerete più, perché solo Lui è ragione di Vita e solo il Signore con il Suo Amore vi redimerà. Confidate nella Sua giustizia. Amen. Amen. Leggete Luca 14,11; 14,25-27:
11«Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato». … 25Una folla numerosa andava con lui. Egli si voltò e disse loro: 26«Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. 27Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo».
(marzo 1984)

Che il Signore non veda superbia in voi, perché degli umili è il Suo Regno. Egli si dà abbondantemente ai Suoi figli, proclamate il Suo Nome oggi più che mai. Leggete Giovanni 5,24; 5,30-32:
24In verità, in verità io vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha la vita eterna e non va incontro al giudizio, ma è passato dalla morte alla vita. … 30Da me, io non posso fare nulla. Giudico secondo quello che ascolto e il mio giudizio è giusto, perché non cerco la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. 31Se fossi io a testimoniare di me stesso, la mia testimonianza non sarebbe vera. 32C’è un altro che dà testimonianza di me, e so che la testimonianza che egli dà di me è vera.
(marzo 1984)

Lasciate che il Signore viva in voi e vi libererà da ogni male. Cominciate ogni giorno operando nella Parola di Dio. Lodato sia il Redentore. Leggete Giobbe 19,29:
29temete per voi la spada, perché è la spada che punisce l’iniquità, e saprete che c’è un giudice
Leggete Ecclesiaste (Qohelet) 12,13-14:
13Conclusione del discorso, dopo aver ascoltato tutto: temi Dio e osserva i suoi comandamenti, perché qui sta tutto l’uomo. 14Infatti, Dio citerà in giudizio ogni azione, anche tutto ciò che è occulto, bene o male.
(marzo 1984)

Esaminatevi e non abbiate dubbi, consegnatevi corpo e anima al Signore, in questi giorni in cui Gesù Cristo insiste sulla vostra conversione. Ai sapienti e ai potenti, a quelli che credono di avere tutto, dico: non avete l'essenziale, non avete amore verso il vostro prossimo né avete amore verso il Signore, che è il tesoro più importante che ogni uomo possa desiderare. Pochi sono da Lui eletti. Ravvedetevi e ritornate a Cristo, amatelo ed otterrete la salvezza. Amen. Amen. Leggete Romani 14,22-23; 15,1-13:
22La convinzione che tu hai, conservala per te stesso davanti a Dio. Beato chi non condanna se stesso a causa di ciò che approva. 23Ma chi è nel dubbio, mangiando si condanna, perché non agisce secondo coscienza; tutto ciò, infatti, che non viene dalla coscienza è peccato. 1Noi, che siamo i forti, abbiamo il dovere di portare le infermità dei deboli, senza compiacere noi stessi. 2Ciascuno di noi cerchi di piacere al prossimo nel bene, per edificarlo. 3Anche Cristo infatti non cercò di piacere a se stesso, ma, come sta scritto: Gli insulti di chi ti insulta ricadano su di me. 4Tutto ciò che è stato scritto prima di noi, è stato scritto per nostra istruzione, perché, in virtù della perseveranza e della consolazione che provengono dalle Scritture, teniamo viva la speranza. 5E il Dio della perseveranza e della consolazione vi conceda di avere gli uni verso gli altri gli stessi sentimenti, sull’esempio di Cristo Gesù, 6perché con un solo animo e una voce sola rendiate gloria a Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo. 7Accoglietevi perciò gli uni gli altri come anche Cristo accolse voi, per la gloria di Dio. 8Dico infatti che Cristo è diventato servitore dei circoncisi per mostrare la fedeltà di Dio nel compiere le promesse dei padri; 9le genti invece glorificano Dio per la sua misericordia, come sta scritto: Per questo ti loderò fra le genti e canterò inni al tuo nome. 10E ancora: Esultate, o nazioni, insieme al suo popolo. 11E di nuovo: Genti tutte, lodate il Signore; i popoli tutti lo esaltino. 12E a sua volta Isaia dice: Spunterà il rampollo di Iesse, colui che sorgerà a governare le nazioni: in lui le nazioni spereranno. 13Il Dio della speranza vi riempia, nel credere, di ogni gioia e pace, perché abbondiate nella speranza per la virtù dello Spirito Santo.
(marzo 1984)

Ai tuoi fratelli, come Madre, dico: non peccate, non desidero che nella vostra bocca ci siano parole blasfeme; non fate niente che possa suscitare l’ira del Signore. … Il Signore dà a tutti il buono e il cattivo, dovete rispettare il Suo giudizio. Ciò che fa non è altro che mettere alla prova la vostra fede. Accettate la Sua volontà. Lo dico per i deboli che trovano difficile credere che ci sia un Dio supremo. Amen. Amen. Leggete Lamentazioni 3,22-24; 3,28-33:
 22Le grazie del Signore non sono finite, / non sono esaurite le sue misericordie. / 23Si rinnovano ogni mattina, / grande è la sua fedeltà. / 24«Mia parte è il Signore – io esclamo –, / per questo in lui spero». /  25Buono è il Signore con chi spera in lui, / con colui che lo cerca. / 26È bene aspettare in silenzio / la salvezza del Signore. / 27È bene per l’uomo portare / un giogo nella sua giovinezza. /  28Sieda costui solitario e resti in silenzio, / poiché egli glielo impone. / 29Ponga nella polvere la bocca, / forse c’è ancora speranza. / 30Porga a chi lo percuote la sua guancia, / si sazi di umiliazioni. /  31Poiché il Signore / non respinge per sempre. / 32Ma, se affligge, avrà anche pietà / secondo il suo grande amore. / 33Poiché contro il suo desiderio egli umilia / e affligge i figli dell’uomo. /
(marzo 1984)

Vi chiedo preghiere perché pregando siete vicini al Signore. Lasciate che Egli riempia la vostra vita e sarete salvi per sempre. Amen. Dio quando parla vuole essere sentito. Egli ascolta le vostre voci. Ascoltate anche voi la Sua voce, la Sua richiesta. Sapete poco del Signore, figli miei. Leggete le Sacre Scritture e imparerete a conoscerlo. Gloria all’Altissimo. … Il Signore allontanerà tutti gli scogli che si trovano sul vostro cammino. Non lasciate tutto a Gesù Cristo, mettete qualcosa di vostro. Egli ve lo chiede. Amen. Amen. Leggete Giobbe 34,10-11; 36,1-12:
10Perciò ascoltatemi, voi che siete uomini di senno: lontano da Dio l’iniquità e dall’Onnipotente l’ingiustizia! 11Egli infatti ricompensa l’uomo secondo le sue opere, retribuisce ciascuno secondo la sua condotta.
1Eliu continuò a dire: 2«Abbi un po’ di pazienza e io ti istruirò, perché c’è altro da dire in difesa di Dio. 3Prenderò da lontano il mio sapere e renderò giustizia al mio creatore. 4Non è certo menzogna il mio parlare: è qui con te un uomo dalla scienza perfetta. 5Ecco, Dio è grande e non disprezza nessuno, egli è grande per la fermezza delle sue decisioni. 6Non lascia vivere l’iniquo e rende giustizia ai miseri. 7Non stacca gli occhi dai giusti, li fa sedere sui troni dei re e li esalta per sempre. 8Se sono avvinti in catene, o sono stretti dai lacci dell’afflizione, 9Dio mostra loro gli errori e i misfatti che hanno commesso per orgoglio. 10Apre loro gli orecchi alla correzione e li esorta ad allontanarsi dal male. 11Se ascoltano e si sottomettono, termineranno i loro giorni nel benessere e i loro anni fra le delizie. 12Ma se non ascoltano, passeranno attraverso il canale infernale e spireranno senza rendersene conto.
(marzo 1984)

Dovete essere preparati per la lotta con il nemico. Cercate la forza nel Signore, Egli è il vostro sostegno sicuro. Gloria al Santissimo Padre. … Il Signore esige una grande sincerità nei vostri atteggiamenti, dovete essere onesti perché Dio detesta la menzogna. Ogni cristiano deve lottare per ottenere la sicurezza interiore e per saper resistere al male che viene dal nemico. Solo nel Signore troverete amore e solo al Suo fianco sarete protetti. Amen. Amen. … Lontano dalla Chiesa non potete operare come vuole il Signore, dovete essere uniti ad essa. Servite Dio e salvate voi stessi. Il Signore premia secondo la condotta degli uomini. Pregate figli miei. Amen. Amen. Leggete Efesini 2,19-21:
19Così dunque voi non siete più stranieri né ospiti, ma siete concittadini dei santi e familiari di Dio, 20edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, avendo come pietra d’angolo lo stesso Cristo Gesù. 21In lui tutta la costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore; 22in lui anche voi venite edificati insieme per diventare abitazione di Dio per mezzo dello Spirito.
(marzo - aprile 1984)

 

Figlia, il Signore ha steso le sue mani verso di voi; vi vuole liberare e dare un rifugio sicuro. L'amore di Dio per i Sui figli è così grande che la maggioranza non lo comprende. Vostra Madre soffre per questo. Lasciate che il Signore versi il Suo Amore nei vostri cuori e vi sentirete fortificati. Amen. Amen. Leggete Isaia 49,8-9:
8Così dice il Signore: «Al tempo della benevolenza ti ho risposto, nel giorno della salvezza ti ho aiutato. Ti ho formato e ti ho stabilito come alleanza del popolo, per far risorgere la terra, per farti rioccupare l’eredità devastata, 9per dire ai prigionieri: “Uscite”, e a quelli che sono nelle tenebre: “Venite fuori”. Essi pascoleranno lungo tutte le strade, e su ogni altura troveranno pascoli.
(aprile 1984)

A voi che siete smarriti dico solo di credere nel Signore. Credendo e pregando sarete al sicuro da qualunque tentazione, la fede e la preghiera sono armi potenti che Gesù vi mette a disposizione, non dovete fare niente che non sia ben visto agli occhi del Signore. Sia Gloria all’Altissimo. … (Nel ritiro): Amare Dio è desiderare la Vita Eterna, amare Dio è desiderare di vedere la Luce dell’Eternità. Amatelo e vivrete nella Sua Gloria. … Sono venuta per unire il figlio con il padre. Perché gli uomini si amino come fratelli e senza rancori. Perché l'uomo trovi la strada che porta a Dio. Perché si conosca la Sua Parola. Perché chiudiate la porta alla menzogna e la apriate alla Verità. Perché riceviate Cristo nel vostro cuore. Perché sia fatta Luce in voi e non ci siano ombre. Perché prosperiate nella fede, oggi e per sempre, e soprattutto perché amiate Dio. Amen. Amen.
(aprile – maggio 1984)

Ciò che si ottiene con i propri sforzi non basta per vivere, non per vivere in Dio. Rallegratevi perché il Signore vi fa arrivare alla salvezza. Cercate di non avere cattivi pensieri perché ciò vi distrugge. Gloria al Signore. Leggete 1 Corinzi 3,1-17:
1Io, fratelli, sinora non ho potuto parlare a voi come a esseri spirituali, ma carnali, come a neonati in Cristo. 2Vi ho dato da bere latte, non cibo solido, perché non ne eravate ancora capaci. E neanche ora lo siete, 3perché siete ancora carnali. Dal momento che vi sono tra voi invidia e discordia, non siete forse carnali e non vi comportate in maniera umana? 4Quando uno dice: «Io sono di Paolo», e un altro: «Io sono di Apollo», non vi dimostrate semplicemente uomini? 5Ma che cosa è mai Apollo? Che cosa è Paolo? Servitori, attraverso i quali siete venuti alla fede, e ciascuno come il Signore gli ha concesso. 6Io ho piantato, Apollo ha irrigato, ma era Dio che faceva crescere. 7Sicché, né chi pianta né chi irriga vale qualcosa, ma solo Dio, che fa crescere. 8Chi pianta e chi irriga sono una medesima cosa: ciascuno riceverà la propria ricompensa secondo il proprio lavoro. 9Siamo infatti collaboratori di Dio, e voi siete campo di Dio, edificio di Dio. 10Secondo la grazia di Dio che mi è stata data, come un saggio architetto io ho posto il fondamento; un altro poi vi costruisce sopra. Ma ciascuno stia attento a come costruisce. 11Infatti nessuno può porre un fondamento diverso da quello che già vi si trova, che è Gesù Cristo. 12E se, sopra questo fondamento, si costruisce con oro, argento, pietre preziose, legno, fieno, paglia, 13l’opera di ciascuno sarà ben visibile: infatti quel giorno la farà conoscere, perché con il fuoco si manifesterà, e il fuoco proverà la qualità dell’opera di ciascuno. 14Se l’opera, che uno costruì sul fondamento, resisterà, costui ne riceverà una ricompensa. 15Ma se l’opera di qualcuno finirà bruciata, quello sarà punito; tuttavia egli si salverà, però quasi passando attraverso il fuoco. 16Non sapete che siete tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi? 17Se uno distrugge il tempio di Dio, Dio distruggerà lui. Perché santo è il tempio di Dio, che siete voi.
(maggio 1984)

Gesù mi dice: "Dirai queste parole: colui che cade nel pozzo senza vederlo, quello lo tirerò fuori, ma colui che vede il pericolo e non cambia strada, quello lo lascerò. Oggi più che mai devi predicare perché Io stendo le Mie mani verso di te per stare in comunicazione con i tuoi fratelli."
La Vergine dice: "Onorate il Signore, obbedendo ai Suoi comandamenti; non vi lasciate abbattere, perché i Suoi occhi sono su di voi, sui Suoi figli. Amen. Amen. Dio è tuo fratello, tua madre, tuo padre e tuo figlio. Dio abbraccia tutta la famiglia. Obbeditegli. Pregate, perché la preghiera sia la consolazione per tutti i mali. Leggete Giacomo 1,16-25:
16Non ingannatevi, fratelli miei carissimi; 17ogni buon regalo e ogni dono perfetto vengono dall’alto e discendono dal Padre, creatore della luce: presso di lui non c’è variazione né ombra di cambiamento. 18Per sua volontà egli ci ha generati per mezzo della parola di verità, per essere una primizia delle sue creature. 19Lo sapete, fratelli miei carissimi: ognuno sia pronto ad ascoltare, lento a parlare e lento all’ira. 20Infatti l’ira dell’uomo non compie ciò che è giusto davanti a Dio. 21Perciò liberatevi da ogni impurità e da ogni eccesso di malizia, accogliete con docilità la Parola che è stata piantata in voi e può portarvi alla salvezza. 22Siate di quelli che mettono in pratica la Parola, e non ascoltatori soltanto, illudendo voi stessi; 23perché, se uno ascolta la Parola e non la mette in pratica, costui somiglia a un uomo che guarda il proprio volto allo specchio: 24appena si è guardato, se ne va, e subito dimentica come era. 25Chi invece fissa lo sguardo sulla legge perfetta, la legge della libertà, e le resta fedele, non come un ascoltatore smemorato ma come uno che la mette in pratica, questi troverà la sua felicità nel praticarla.
(maggio 1984)

Figlia mia: tenete presente che ogni volta che il Signore vi vede stanchi viene in vostro aiuto, perché così come i figli hanno necessità del Padre, il Padre ha bisogno dei suoi figli. Oggi il Sacro Cuore di Gesù vi è vicino per essere la vostra guida e sviare il maligno che sta attaccando con tutta la sua furia. Sa che non può vincere con il Signore e ciò lo rende ancora più furioso. Voi siete protetti. Gloria al Santissimo. … Non troverete mai lacrime negli occhi dei veri credenti in Cristo, perché il Signore non è tristezza ma gioia. Col passare del tempo vedrete che chi si dedica a Lui e gli cammina accanto sarà fortificato nella fede, non dimenticate che il Signore è fortezza. Amen. Amen."
(maggio 1984)

Se siete turbati o angosciati invocate Dio e vi conforterà, invocatelo in qualsiasi momento perché Egli è colui che regna nell'universo, solo Lui. Figli miei, oggi dovete pregare per gli ammalati, che sono molti e pochi quelli che sono in pace con il Signore. Recitate questa preghiera:
Signore, conforta i Tuoi figli / bisognosi di salute / e del Tuo Amore, / conforta le loro anime, / consolali Signore. / Perdona i loro peccati / e quando li chiami alla Tua presenza / permetti Signore / che entrino nel Tuo Regno. Amen.
(maggio 1984)

Pregate per i poveri di spirito, ai quali manca il pane di Dio, ancora non lo hanno trovato perché non lo hanno neanche cercato. Pregate perché trovino presto la strada che conduce al Signore. Chi vive secondo la Sua Legge non manca di niente, vive nell'abbondanza. Egli non permette che ai Suoi figli manchi qualcosa. Sia lodato il Suo Nome. … Cari figli, il Signore ha cura che non perdiate l'amore per la Chiesa, perché in essa c’è Gesù Cristo che chiede l'unità dei fratelli. Dio sta chiamando disperatamente i Suoi figli perché non si perdano. Dovete ascoltarlo, solo così vi salverete dalla rovina, solo essendo buoni cristiani uscirete salvi dall’abisso in cui il mondo sta sprofondando. Estendo la mia richiesta ai vostri fratelli del mondo intero. Abbiate fede, il Signore ve la dona, ricevetela. Pregate il Signore. Amen. Amen. Leggete Colossesi 1,24-29:
24Ora io sono lieto nelle sofferenze che sopporto per voi e do compimento a ciò che, dei patimenti di Cristo, manca nella mia carne, a favore del suo corpo che è la Chiesa. 25Di essa sono diventato ministro, secondo la missione affidatami da Dio verso di voi di portare a compimento la parola di Dio, 26il mistero nascosto da secoli e da generazioni, ma ora manifestato ai suoi santi. 27A loro Dio volle far conoscere la gloriosa ricchezza di questo mistero in mezzo alle genti: Cristo in voi, speranza della gloria. 28È lui infatti che noi annunciamo, ammonendo ogni uomo e istruendo ciascuno con ogni sapienza, per rendere ogni uomo perfetto in Cristo. 29Per questo mi affatico e lotto, con la forza che viene da lui e che agisce in me con potenza.
(maggio 1984)

Figli miei, se il benessere materiale è desiderabile, dovete desiderare ancor di più il benessere spirituale, che è l'unico su cui potete contare per ottenere la Gloria del Signore. Felice il figlio che lo ottiene. Offritevi al Signore, non rinnegate la Sua Divina Volontà e supererete ogni angoscia che vi opprime. Amen. Amen. Predicatelo. … Gioite, perché avete conosciuto la bontà di Dio, dal momento che vi ha scelto e vi ha messo alla prova. Figli miei, so che non siete indifferenti alla chiamata del Signore, che gli obbedite pienamente. Non abbandonate la preghiera, non abbandonate la fede in Dio, deve essere sempre come una brace ardente, conservatela perché non si spenga. Amen. Amen. Leggete Ebrei 10,22-25; 11,1-3:
22accostiamoci con cuore sincero, nella pienezza della fede, con i cuori purificati da ogni cattiva coscienza e il corpo lavato con acqua pura. 23Manteniamo senza vacillare la professione della nostra speranza, perché è degno di fede colui che ha promesso. 24Prestiamo attenzione gli uni agli altri, per stimolarci a vicenda nella carità e nelle opere buone. 25Non disertiamo le nostre riunioni, come alcuni hanno l’abitudine di fare, ma esortiamoci a vicenda, tanto più che vedete avvicinarsi il giorno del Signore.
1La fede è fondamento di ciò che si spera e prova di ciò che non si vede. 2Per questa fede i nostri antenati sono stati approvati da Dio. 3Per fede, noi sappiamo che i mondi furono formati dalla parola di Dio, sicché dall’invisibile ha preso origine il mondo visibile. 4Per fede, Abele offrì a Dio un sacrificio migliore di quello di Caino e in base ad essa fu dichiarato giusto, avendo Dio attestato di gradire i suoi doni; per essa, benché morto, parla ancora.
(giugno 1984)

Onorate Dio, rispettatelo ed amatelo. Fate offerte al Signore, ma offrite un cuore puro e umile, pensieri sani e uno spirito pronto a ricevere Dio. Amen. Amen. Predicatelo. … I peccatori che ancora non hanno trovato Dio non hanno trovato la Luce né tantomeno l'Amore. Sono denutriti per la mancanza del vero alimento cristiano, sono assetati e non fanno nulla per calmare quella sete che soltanto il Signore placa. Figli miei, ascoltate tutto ciò che Egli vi propone. Più gli obbedite, più grande sarà la Sua Grazia. Che la Santissima Trinità soddisfi oggi le vostre necessità spirituali. Amen. Amen. Fatelo sapere.
(giugno 1984)

Figlia mia, provo tristezza quando vedo indifferenza verso Dio, ma la mia tristezza è per loro, perché si lasciano guidare dal male, si fanno trascinare dal maligno. Ammonisco i miei figli, non vi lasciate sedurre dalla via facile, anche se questo costa, perché costerà arrivare a destinazione; percorrete la via del Signore. L'amore verso Dio deve essere sincero. Amen. Amen. Predicatelo. … Amare Dio è darsi completamente a Dio, è darsi senza aspettare niente in cambio né alcuna ricompensa. Il Signore, che vede e ascolta i suoi figli, giungerà a voi e vi renderà degni della Sua misericordia. Questo dico ai miei figli perché si interroghino e meditino nel proprio cuore. Gloria a Dio. Leggete Romani 8,31-39:
31Che diremo dunque di queste cose? Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi? 32Egli, che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha consegnato per tutti noi, non ci donerà forse ogni cosa insieme a lui? 33Chi muoverà accuse contro coloro che Dio ha scelto? Dio è colui che giustifica! 34Chi condannerà? Cristo Gesù è morto, anzi è risorto, sta alla destra di Dio e intercede per noi! 35Chi ci separerà dall’amore di Cristo? Forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? 36Come sta scritto: Per causa tua siamo messi a morte tutto il giorno, siamo considerati come pecore da macello. 37Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori grazie a colui che ci ha amati. 38Io sono infatti persuaso che né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire, né potenze, 39né altezza né profondità, né alcun’altra creatura potrà mai separarci dall’amore di Dio, che è in Cristo Gesù, nostro Signore.
(giugno 1984)

Non fatevi ingannare, i deboli sono i più forti davanti al Signore perché sperano in Lui e sono lontani dal peccato. Chiedete con forza al Signore ed Egli vi ascolterà. … Tutti siete figli di Dio, ma dovete saperlo dimostrare. Quando vi manda una difficile prova dovete affrontarla con amore e fede nel Signore. Comprenderete quanto vi ama Gesù Cristo; è poco ciò che chiede se considerate che ha dato tutto per voi, perché poteste godere della salvezza eterna. Amen. Amen. Predicate. Leggete Ebrei 2,16-18:
16Egli infatti non si prende cura degli angeli, ma della stirpe di Abramo si prende cura. 17Perciò doveva rendersi in tutto simile ai fratelli, per diventare un sommo sacerdote misericordioso e degno di fede nelle cose che riguardano Dio, allo scopo di espiare i peccati del popolo. 18Infatti, proprio per essere stato messo alla prova e avere sofferto personalmente, egli è in grado di venire in aiuto a quelli che subiscono la prova.
(Luglio 1984)

Questo dico agli increduli: voi che credete solo a ciò che vedete, credete per mezzo della fede, perché solo così si arriva al Signore. Pregate così:
Dio mio aiutami / a vedere con chiarezza, / affinché non rimanga confuso. / Toglimi da questo labirinto senza uscita, / aiutami perché mi sono perso. / Dammi la fede che non ho, / voglio credere in Te. / Non permettere che affondi, / che tutto precipiti su me. / A Te prometto, Signore, / di dedicare i miei giorni. Amen.
Salvatevi, meditate profondamente questa preghiera. Sia lodato Dio. Predicalo, figlia mia.
(Luglio 1984)

Molti in questo mondo vengono sedotti e credono che stanno vivendo. In realtà non esistono perché le loro vite sono vane. Per questo il Signore vuole aprirvi gli occhi per farvi vedere la vera Vita; che nessuno ignori la sua Volontà. Figli miei, mettevi in salvo. Che la vostra mano non tremi, voi state predicando Dio. Amen. Amen. Leggete Deuteronomio 8,5; 8,11:
5Riconosci dunque in cuor tuo che, come un uomo corregge il figlio, così il Signore, tuo Dio, corregge te. … 11Guardati bene dal dimenticare il Signore, tuo Dio, così da non osservare i suoi comandi, le sue norme e le sue leggi che oggi io ti prescrivo.
(Luglio 1984)

Se siete caduti sotto l’influenza di un vizio, rinunciate al vizio. Se siete sotto il potere dello spirito del male, affrontatelo, non vi lasciate vincere, mettete il Signore come scudo e riuscirete a uscirne vittoriosi. Non vi lasciate abbagliare e non correte dietro falsi miraggi, Gesù Cristo non vuole che siate schiavi di nessuno. Siate responsabili delle vostre vite, dategli il loro giusto valore. Amen. Amen. … Povero colui che si crede nel giusto senza cercare la giustizia di Dio; povero colui che si sente perdonato senza cercare la Sua Redenzione. Non potete nascondervi dalla vista del Signore, cercate la Sua Parola e allora sì verrete esaltati. Che il Sacro Cuore premi ogni cuore pentito. Gloria al Signore. Fatelo sapere. Leggete Baruc 4,21-22; 4,27-29:
21Coraggio, figli miei, gridate a Dio, / ed egli vi libererà dall’oppressione / e dalle mani dei nemici. / 22Io, infatti, ho sperato dall’Eterno la vostra salvezza / e una grande gioia mi è venuta dal Santo, / per la misericordia che presto vi giungerà / dall’Eterno, vostro salvatore. /…/ 27Coraggio, figli, gridate a Dio, / poiché si ricorderà di voi colui che vi ha afflitti. / 28Però, come pensaste di allontanarvi da Dio, / così, ritornando, decuplicate lo zelo per ricercarlo; / 29perché chi vi ha afflitto con tanti mali / vi darà anche, con la vostra salvezza, una gioia perenne.
(Luglio 1984)

Figli miei, non vivete secondo la via facile, come si fa in questi giorni, al ritmo della pazzia, della violenza, credendo che l’uomo da solo può provvedere a tutto ciò che può desiderare. E’ tutta una menzogna perché è un modo di vivere sbagliato. Soltanto il Signore, che è il creatore di tutta la grandezza dell’universo, è la Verità. Da Lui riceverete saggezza, da Lui riceverete la fede. Chiamatelo ed Egli arriverà. Gloria al Signore. Predicatelo. Leggete Romani 12,1-2:
1Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a offrire i vostri corpi come sacrificio vivente, santo e gradito a Dio; è questo il vostro culto spirituale. 2Non conformatevi a questo mondo, ma lasciatevi trasformare rinnovando il vostro modo di pensare, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto.
(luglio 1984)

Se alcuni di voi sono oppressi e non sanno a chi far ricorso, rivolgetevi alla Chiesa, rivolgetevi ad un sacerdote, perché egli è allievo di Cristo, è collaboratore di Cristo e vi aiuterà a vedere quanto sia necessario rimanere vicini a Dio. Amen. Amen.  … Pregate con fermezza, perché per mezzo della preghiera incontrerete il Signore e vedrete che come è suprema la Sua potenza così è suprema anche la Sua misericordia. Non lasciate che niente vi impedisca di obbedire al Signore, non abbiate dubbi che facendo questo Egli sarà in voi per sempre. Amen. Amen.
(luglio 1984)

Mi rivolgo a quelli che sono soli, senza la compagnia di nessuno: cercate compagnia nel Signore e non sentirete la solitudine. La solitudine è cattiva consigliera, attrae alla tentazione, al peccato, non lasciatela entrare in voi. Tenete il pensiero rivolto a Gesù Cristo e usatelo come armatura. Gloria al Signore. … A voi che piangete perché credete di essere stati dimenticati dal Signore, dico: avete dimenticato che c’è un Dio, un Dio onnipotente che vi chiama e che guarda ai Suoi figli. Un Dio che dà e che vuole che diate, che si avvicina e desidera che vi avviciniate, che vive nella Verità e desidera che viviate quella Verità. Un Dio che annuncia e che desidera che annunciate. Soltanto chi è completamente lontano da Lui può credere di essere solo, perché il Signore non si dimentica mai. La Sua Luce illumina tutti coloro che vogliono vedersi illuminati da Essa.
(agosto 1984)

La terra tutta è in pericolo in mano agli uomini. Aprite gli occhi e vedrete che il perseguire chimere vi ha resi ciechi. Finora non avete capito, avete voluto far tacere la voce del Signore che vi avverte. Ma ora, figli miei, siete testimoni che Dio in questi giorni vi cerca; andategli incontro. Guardate, il Signore è qui al vostro fianco. Sia lodato. … Figli miei, non aspettate, cercate ora il Signore, perché Egli avrà misericordia solo dell’umile, del giusto, dell’obbediente e non la concederà al violento, all’indifferente. Considerate le parole di vostra Madre e vedrete realizzarsi le vostre speranze. Gloria al Padre Santissimo. Leggete Ebrei 6,17-19:
17Perciò Dio, volendo mostrare più chiaramente agli eredi della promessa l’irrevocabilità della sua decisione, intervenne con un giuramento, 18affinché, grazie a due atti irrevocabili, nei quali è impossibile che Dio mentisca, noi, che abbiamo cercato rifugio in lui, abbiamo un forte incoraggiamento ad afferrarci saldamente alla speranza che ci è proposta. 19In essa infatti abbiamo come un’ancora sicura e salda per la nostra vita: essa entra fino al di là del velo del santuario […].
(agosto 1984)

Come ogni madre, sono vigilante con i miei figli e sono presente accanto a loro. … Se amate il Signore vivete per la Sua causa; non è dolore che cerca da voi, tantomeno vi vuole vedere oppressi, Egli desidera solo che non lo rifiutiate. Lasciatevi incoraggiare dal Suo Spirito Divino e sarete consolati nelle vostre pene. Figlia mia, il Signore vi sta dando i Suoi insegnamenti. Gloria al Signore. Il Signore sta seminando Amore, ricolmatevi di questo Amore. Siete illuminati.
(agosto 1984)

A tutti i miei figli dico questo: molti di voi possono aver condotto una vita cattiva, ma se mostrate pentimento riuscirete a salvarvi. Il Signore verrà in vostro aiuto, ve lo assicuro. La mia Missione è quella di salvare le anime, mostrare la via che conduce al Signore e far comprendere la Sua purezza. Lodato sia il Signore. … Oh, amati figli, vostra Madre implora da voi preghiera e pentimento, solo con il vero pentimento riuscirete a salvarvi. Dovete avere vera devozione ed obbedienza verso il Signore. Lodato sia. … Non lasciate intristire il vostro cuore, pregate il Signore ed Egli sarà presente. Amati figli, non chiedete di non soffrire nel cammino verso Gesù Cristo, poiché non si può portare la croce senza soffrire. Il Signore alza la Sua voce, dovete stare attenti, siete in tempo, riceveteLo. Amen. Amen.
(settembre 1984)

Amati figli, date valore alla Santa Messa, ogni buon cristiano deve impegnarsi a partecipare alla Sacra Cena nella Santa Messa, ogni giorno o per lo meno una volta alla settimana. E’ in questo momento che il mio addolorato Figlio vi trasmette l'Amore verso il Padre e la salvezza eterna. E inoltre è là che potete ricordare che Gesù Cristo si offre, in assoluta obbedienza a Dio Padre e confidando pienamente in Lui. Un grande esempio che dovete imitare. Vi invito a far sì che la Comunione diventi un dovere, ma un dovere compiuto con grande amore verso il Signore. A coloro che desiderano consacrarsi dico: offritevi al Signore con amore. Recitate ogni giorno il Santo Rosario pregando con fervore cristiano. Perfezionate la vostra vita, arricchendola spiritualmente. Figli miei, ve lo chiede vostra Madre. Siate benedetti nell’obbedienza al Signore. Gloria all’Altissimo.
(settembre 1984)

Tutti i figli del Signore dovrebbero praticare la pietà e la carità, in ogni azione troverebbero Gesù Cristo. È un modo meraviglioso di vivere in Cristo. Sia lodato. … Figli miei, che la preghiera in questo mese sia intensa; pregate per la pace nel mondo e perché i miei figli si avvicinino ogni giorno di più alla Chiesa, perché Essa è Cristo. Meditate il messaggio. … Nessuno può distruggere l’opera di Dio, perché non c’è potere al disopra di Dio; nessuno può distruggere la Chiesa, poiché la Chiesa è Cristo stesso e Cristo è la Verità. Il male nega Dio ed è lontano da Lui, è la morte mentre Dio è la vera Vita. Cristo vi ama, figli miei, mettetevi sotto la Sua protezione. Amen. Amen.
(settembre - ottobre 1984)

La Madre deve essere vicina ai suoi figli, per questo sono al vostro fianco. Vedo molti di voi afflitti e disorientati, vedo ateismo, ma vi dico: negando Dio siete perduti. Figli miei, confidate troppo nella forza dell'uomo, ma non c’è paragone con la forza del Signore. Voi pensate in termini di odio e vendetta; nessuno pensi in questi termini, perché così non otterrete niente. Soltanto il Signore è il Giudice Giusto. Gloria all’Altissimo. Leggete Efesini 4,17-18; 4,30-32:
17Vi dico dunque e vi scongiuro nel Signore: non comportatevi più come i pagani con i loro vani pensieri, 18accecati nella loro mente, estranei alla vita di Dio a causa dell’ignoranza che è in loro e della durezza del loro cuore. … 30E non vogliate rattristare lo Spirito Santo di Dio, con il quale foste segnati per il giorno della redenzione. 31Scompaiano da voi ogni asprezza, sdegno, ira, grida e maldicenze con ogni sorta di malignità. 32Siate invece benevoli gli uni verso gli altri, misericordiosi, perdonandovi a vicenda come Dio ha perdonato a voi in Cristo.
(ottobre 1984)

La felicità viene da Dio e un figlio di Dio può goderne. Miei cari, abbiate costanza nella preghiera, il Signore non abbandona mai un figlio che prega e che chiede, sareste perduti se non lo faceste. Non vi sentirete mai indeboliti se siete fedeli al Signore. Amen. Amen. … Se pensate che ci sia urgenza nella chiamata del Signore, è vero, c’è urgenza! Convincetevi che è così, perché verranno i giorni in cui al colpevole verrà addebitata la sua colpa e l’innocente vedrà la Gloria del Signore. Amen. Amen. … Figli miei, tenete sempre presenti questi pensieri: è meglio perdonare che tenere rancori, ha più valore amare che essere amati, avere appetito che essere sazi, chiedere misericordia al Signore piuttosto che credere di non avere bisogno di Dio. Molti dei miei figli chiedono al Signore che non li abbandoni. Io vi dico, siate voi quelli che non si allontanano dal Signore. Amen. Amen.
(ottobre 1984)

Pregate per quelle anime perdute, per quel materialismo che desidera imporsi sui deboli, per quel mondo vuoto in cui tanti figli cadono e che non offre nulla. Pregate il Signore:
Ti prego Signore, poni i Tuoi occhi su tutti i figli, per renderli migliori e perché trovino in Te la ragione di vivere. Amen.
Sia lodato l’Onnipotente.
(ottobre 1984)

Pregate per coloro che sono addormentati nella fede, perché lo Spirito Santo li spinga a desiderare di vedere la Gloria del Signore. … Figli miei, il Signore si presenta dinanzi a voi in modo che possiate chiedere, confidare in Lui e darvi a Lui. Sarebbe inutile se non fosse così, per questo vi porto alla Chiesa. Là dovete liberarvi da qualsiasi oppressione che soffre il vostro cuore, in una confessione dalla quale la vostra anima uscirà così pura che sentirete che Cristo dimora in essa. A questo serve la Chiesa, per questo è necessario ricorrere ad essa, là si trova il Signore. Gloria a Dio. Leggete 2 Cronache 6,40-41:
40Ora, mio Dio, i tuoi occhi siano aperti e le tue orecchie attente alla preghiera innalzata in questo luogo. 41Ora sorgi, Signore Dio, verso il luogo del tuo riposo, tu e l’arca della tua potenza. I tuoi sacerdoti, Signore Dio, si rivestano di salvezza e i tuoi fedeli gioiscano nella prosperità. 42Signore Dio, non respingere il volto del tuo consacrato; ricordati i favori fatti a Davide, tuo servo.
(ottobre-novembre 1984)

Oh, figli miei, voglio cuori fedeli e fermi, che non tremino, che si consacrino, desiderando di cominciare a vedere come il Signore vi permetterà di vivere in Lui. Generalmente l’uomo crede di stare con Dio, senza che faccia niente, dimenticando la Sua Legge; questo vuol dire vivere falsamente. Stare con Dio significa non abbandonare per nessuna ragione la Sua Via, seguendola e avendo la certezza che in essa vi è Lui, e sentire intensamente che si è nel Signore. Amen. Amen. Leggete Tito 1,15-16; 2,11-15:
15Tutto è puro per chi è puro, ma per quelli che sono corrotti e senza fede nulla è puro: sono corrotte la loro mente e la loro coscienza. 16Dichiarano di conoscere Dio, ma lo rinnegano con i fatti, essendo abominevoli e ribelli e incapaci di fare il bene.
11È apparsa infatti la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini 12e ci insegna a rinnegare l’empietà e i desideri mondani e a vivere in questo mondo con sobrietà, con giustizia e con pietà, 13nell’attesa della beata speranza e della manifestazione della gloria del nostro grande Dio e salvatore Gesù Cristo. 14Egli ha dato se stesso per noi, per riscattarci da ogni iniquità e formare per sé un popolo puro che gli appartenga, pieno di zelo per le opere buone. 15Questo devi insegnare, raccomandare e rimproverare con tutta autorità. Nessuno ti disprezzi!
(novembre 1984)

Oggi come non mai, ho voglia di dire come vedo la Santissima Vergine Maria. E’ di una bellezza non facile da descrivere, ma è incantevole e in lei coesistono, Umiltà, Forza, Purezza e Amore, così, a lettere maiuscole, perché tutto l'amore del mondo credo che non eguagli l'Amore che lei prova per i suoi figli. Quando ordina, sento la forza che c’è in lei, quando dà consigli, sento il suo Amore materno, e quando mi dice che soffre, per quei figli che sono lontani dal Signore, mi trasmette tutta la sua tristezza. Tutto questo lascia in me questa Madre meravigliosa, che venero e a cui ho consacrato la mia vita. Faccio questo perché i miei cari fratelli possano sapere, in qualche modo, com’è la nostra Madre del Cielo.
Dire come vedo Gesù, che cosa mi trasmette e come mi sento quando lo vedo, è come squarciarmi dentro, tale è la sensazione che provo, ma è il dolore di un amore traboccante. Lo vedo come l’Essere Supremo che Egli è, del Cielo e della terra, pieno di Amore, di dolcezza e di forza, una forza dirompente, una forza imponente. Lasciarsi portare da Lui è avere l’assoluta sicurezza di raggiungere la perfezione e con essa la salvezza, che è ciò che Egli realmente desidera da noi. E’ esigente, ma non esige nulla di impossibile e lo fa soltanto per il nostro bene, poiché siamo i suoi figli. Mi trasmette Amore, un grande Amore per il prossimo, sicurezza e la convinzione che Egli è l'unica Via. Mi lascia una grande pace interiore e serenità, che è ciò di cui ho bisogno, per potere proseguire nella Sua missione. Lo ringrazierò eternamente, per le Grazie che ci lascia. (novembre 1984)

Gesù mi dice: Dio si sofferma su ogni figlio, secondo la sua necessità e l'amore che quel figlio prova verso di Lui. La Madonna: figlia mia, vedo la gioventù che va alla deriva, il demonio l’allontana, portandola al peccato. I miei figli vengono assaliti dal male, e i loro spiriti sono in completo disordine. A tutti dico questo, ringraziate il Signore che è paziente, chiedete al Signore di poter ricevere la Sua protezione. Lodato sia il Signore. … Non desiderate di vivere lontani da Dio, non serve a niente vivere lontano da Lui. Non siate incostanti, Egli non vi vuole nell’incostanza, vi vuole forti nella Sua lotta. Sia lodato il Salvatore. … Gli uomini non riconoscono il veleno che il maligno mette in loro e si lasciano tentare. Oggi continuano a crocifiggere Cristo con quel comportamento, per questa ragione il Signore sta istruendo i Suoi figli. Unite le mani, unite le voci, per acclamare il Signore che è al vostro fianco. Amen. Amen.
(dicembre 1984)

Voi ricordate la nascita del mio adorato Figlio con amore, con molto più amore la ricordo io: ricordo che Lui nacque dal mio seno, senza sapere il dolore che mi aspettava e senza conoscere la Sua grande Croce. Con tutta la mia sofferenza non ho mai dubitato dell'Amore di Dio, mai mi sono sentita abbandonata, perché mi fece comprendere che, malgrado il peccato dell'uomo, le offese che l'uomo fa a Dio, Egli non lo abbandona, ma al contrario in Cristo diede la Sua risposta di Amore, di eterno Amore. Figli miei, dovete ricevere il Signore; quando il vostro cuore sente che arriva, non lo rifiutate. Dovete portare il Natale sempre dentro di voi, perché è la venuta del Salvatore, della vostra salvezza. Alleluia. Voglia Dio mostrarvi nel profondo il Suo Amore.
(dicembre 1984)

L'uomo può evitare oggi la sua caduta, ma si ostina, si chiude nei suoi vizi, si lascia trascinare, vive le chimere che gli offre satana e non vede che sono la sua perdizione. Chiedo a questi poveri figli: opponete resistenza al male, fermate questo corso e meditate, lasciate entrare il Signore, mettete radici in Lui e nessuno potrà allontanarvi dal Suo fianco. Gesù Cristo protegge chi viene al Suo Cuore. Sia lodato il Redentore. Leggete 2 Tessalonicesi 3,2-5:
2e veniamo liberati dagli uomini corrotti e malvagi. La fede infatti non è di tutti. 3Ma il Signore è fedele: egli vi confermerà e vi custodirà dal Maligno. 4Riguardo a voi, abbiamo questa fiducia nel Signore: che quanto noi vi ordiniamo già lo facciate e continuerete a farlo. 5Il Signore guidi i vostri cuori all’amore di Dio e alla pazienza di Cristo.
(gennaio 1985)

Quanti figli desiderano riuscire ad ottenere la pace del Signore, e agiscono deliberatamente contro la Sua Legge. Miei cari, come potete pretendere la Misericordia di Dio, se non venite a Lui? Andate da Cristo, perché Cristo è la Luce. Amen. Amen. … Camminate verso il Signore. Vi dico, non c’è distanza fra il Signore e i Suoi figli. Molti saranno quelli che rimarranno sordi alle mie suppliche, figli, le lacrime mi bruciano gli occhi quando vedo tanta freddezza in coloro che cerco di salvare, perché so che se non si convertono vanno verso la morte. Figlia mia, desidero che lo si predichi in tutto il mondo, sono i desideri del mio amato Figlio. Gloria al Signore. Leggete Deuteronomio 32,1-4:
1«Udite, o cieli: io voglio parlare. Ascolti la terra le parole della mia bocca! 2Scorra come pioggia la mia dottrina, stilli come rugiada il mio dire; come pioggia leggera sul verde, come scroscio sull'erba. 3Voglio proclamare il nome del Signore: magnificate il nostro Dio! 4Egli è la Roccia: perfette le sue opere, giustizia tutte le sue vie; è un Dio fedele e senza malizia, egli è giusto e retto.
(gennaio 1985)

Le ribellioni che vedo nel mondo sono atroci, figlia mia, provo vera compassione per tutti quelli che sono lontani dal Signore. Sono orfani d’amore, perché lo rifiutano. I loro peccati aumentano di giorno in giorno, essi continuano a cercarli e a commetterli. Questi figli sono i più bisognosi, sono malati, gli manca la salute dell'anima, e l'anima la salva solo il Signore. Amen. Amen. Leggete 1 Pietro 2,1-2; 2,11:
1Allontanate dunque ogni genere di cattiveria e di frode, ipocrisie, gelosie e ogni maldicenza. 2Come bambini appena nati desiderate avidamente il genuino latte spirituale, grazie al quale voi possiate crescere verso la salvezza … 1Carissimi, io vi esorto come stranieri e pellegrini ad astenervi dai cattivi desideri della carne, che fanno guerra all’anima.
(gennaio 1985)

Figli, non vi lamentate quando attraversate momenti di dolore, poiché senza dolore non potete riparare a nulla, dovete accettarlo come offerta al Signore per le vostre colpe. Vi chiedo: andate in chiesa, assistete alla Santa Messa, mio Figlio Gesù vi aspetta in essa con tutto il Suo Amore. Cristo sarà in voi e voi in Lui. Questo si vive nella Messa, a questo serve la Messa. Vedete che importanza ha la richiesta di vostra Madre, che desidera che sentiate l'amore di Gesù Cristo in una maniera diretta. Chiedete al Signore che vi faccia vedere la necessità che ogni cristiano deve avere della Santa Messa e scoprirete quanto sia meravigliosa la vita nel Signore. Sia lodato.
(gennaio 1985)

Colui che è allo stremo delle forze e si sente vinto, che chieda aiuto al Signore. Cari figli, se comprendeste ciò che significa per il Signore riscattare un figlio, se poteste partecipare alla mia gioia, quando il Signore entra in quel cuore! Non vi dimenticate che Egli tende anche la Sua mano ai vinti, non vi private del Signore. Amen. Amen. … Figli miei, il Signore vede ogni vostra opera, le buone e le cattive, le vostre verità e le vostre bugie. Comprendete, quindi, che non si guadagna niente a vivere con doppiezza, perché il Signore non lo si inganna. Gloria a Dio.
(gennaio 1985)

Oggi, di mattina, ho una visione: vedo una via, io sono ferma e degli enormi mostri vengono nella mia direzione, è come una valanga. Sono orribili, alcuni somigliano a dinosauri e altri sembrano persone, ma molto brutte, hanno la testa e le orecchie grandi. Quando mi sono molto vicini, compare una muraglia celeste e si interpone fra i mostri e me. Poi vedo la Vergine che mi dice: «Quei mostri, rappresentano il maligno che vuole attaccare la Chiesa e la muraglia è il mio manto protettivo. Il Signore mi pone come scudo, come guardiana, io vi difenderò, figli miei»."
(gennaio 1985)

Dico ai miei figli: andare dietro al Signore significa, molte volte, piangere, ma piangere fuori, poiché dentro c’è la gioia, la vera gioia che lascia nel profondo, nel cuore, il sapersi figli di Dio. La bontà del Signore fa sì che i Suoi figli si sentano amati da Lui, fa che sentano il desiderio di vivere in Lui. Gloria al Signore. … Figli miei, non imponete niente alle vostre vite, non siate troppo ambiziosi, perché il desiderare molto può farvi dimenticare che l'unica e vera ambizione che dovete avere è poter entrare nel Regno di Dio. Cercate di tenerlo sempre presente, poiché solo questo importa al Signore. Sia lodato. Leggete 1 Timoteo 6,7-10:
7Infatti non abbiamo portato nulla nel mondo e nulla possiamo portare via. 8Quando dunque abbiamo di che mangiare e di che coprirci, accontentiamoci. 9Quelli invece che vogliono arricchirsi, cadono nella tentazione, nell’inganno di molti desideri insensati e dannosi, che fanno affogare gli uomini nella rovina e nella perdizione. 10L’avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali; presi da questo desiderio, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti tormenti.
(febbraio-marzo 1985)

Il Signore realizza in ogni figlio una buona opera e spera che volontariamente un figlio operi in favore del suo prossimo. Il Signore cerca di risvegliare la pietà nei Suoi figli, perché colui che non ha pietà del suo fratello non può amare Dio. Fare un atto di pietà, è realizzare un atto di amore. Lo Spirito Santo vi aiuterà, affinché i vostri cuori riescano ad essere puri e compassionevoli, questo accadrà, niente è impossibile al Signore. Gloria all’Altissimo. … Figlia mia, questo è per i tuoi fratelli: fate la volontà del Signore, figli, ve lo chiedo perché ogni disobbedienza da parte vostra è come una spada che mi trafigge il Cuore. La disobbedienza produce in me un grande dolore, perché si sta ignorando il Signore, e vi dico, è in abominio al Signore. Chi disobbedisce a Dio ne risponderà a Dio. Amen. Amen.
(marzo 1985)

Dico ai miei figli: colui che maledice, che odia, sta solo avvelenando il suo cuore. Che nessuno maledica, che nessuno odi, che non ci sia fra i vostri pensieri un solo pensiero cattivo. Perdonate come il Signore perdona, amate come il Signore vi ama, cercate la perfezione in Lui. Lodato sia il Signore.
(aprile 1985)

(Intenzione della Novena dal 17 al 25 aprile 1985) Il Signore avrà pietà di quelli che fanno della preghiera una necessità, ma una necessità per avvicinarsi a Lui. Pregate perché non aumenti l’ateismo, non può esserci una simile atrocità nel mondo. Dio è qui e ci sono molti che non lo vogliono sentire, figlia mia, non vogliono credere in Lui. Perciò vi chiedo, in questa prossima Novena di pregare per i vostri fratelli atei, perché anch’essi possano camminare verso il Signore. Lodato sia l’Altissimo.
(aprile 1985)

Figli miei, non offendete mai Dio, non disprezzate mai Dio. Quando un figlio lo invoca, immediatamente compare il desiderio di avere risposta dal Signore. Io vi dico, non siate impazienti, lasciate fare al Signore e vedrete che a tempo debito vi risponderà. Il Signore aiuta i suoi figli. Gloria al Signore. Predicate. Leggete Isaia 40,27-29:
27Perché dici, Giacobbe, e tu, Israele, ripeti: «La mia via è nascosta al Signore e il mio diritto è trascurato dal mio Dio»? 28Non lo sai forse? Non l’hai udito? Dio eterno è il Signore, che ha creato i confini della terra. Egli non si affatica né si stanca, la sua intelligenza è inscrutabile. 29Egli dà forza allo stanco e moltiplica il vigore allo spossato.
(aprile 1985)

Figlia, sono una Madre che ha pietà dei suoi figli, che vuole alleviare le loro pene e asciugare le loro lacrime. Sono la Madre dell’infermo, del povero, di colui che soffre; avvicinatevi, affinché qui cominci il mio avvicinamento a voi. Amen. Amen.
(aprile 1985)

La pace del mondo è molto importante in questo momento, e anche la preghiera per la pace è importante. Preghiera e comportamento da buoni cristiani faranno dei vostri giorni, giorni di pace e prosperità. Amen. Amen. … Figlia, la bontà di Dio è tale, che a tutti dà un’opportunità di pentimento. Non c’è abbandono da parte del Padre, c’è da parte dei suoi figli! Oggi sono dolenti e disperati; io dico loro: non è difficile rivolgersi a Dio se lo spirito è disposto e si ha amore nel cuore. Gloria all’Altissimo.
(maggio 1985)

Nella Santa Messa, non si riceve il Corpo e il Sangue di Cristo solo simbolicamente, Gesù Cristo è presente e si offre veramente. Che tutti i miei figli vedano nella Comunione il Salvatore; che sentano questa comunicazione intima con Cristo e che Cristo entra in loro. Figli, apprezzate il tesoro inestimabile che il Signore mette a vostra disposizione. Sforzatevi di meritarlo, non perdete qualcosa di tanto importante come la salvezza eterna. Non lasciatelo per il futuro, perché la salvezza comincia qui sulla terra, oggi, nel presente, in questo presente in cui il Signore vi sta parlando. Miei cari, che la gioia che sento nell’accostarvi al Signore, sia anche la vostra gioia. Gloria a Dio.
(giugno 1985)

Non potete immaginare, figli miei, che valore ha per il Signore la preghiera, per questo vi chiedo tanta preghiera! Recitate il Santo Rosario meditato, vi assicuro che le vostre preghiere si leveranno come un vero canto d’amore al Signore. Gloria al Signore.
(giugno 1985)

Miei cari, non temete mai di dire la verità, perché la verità dà sicurezza. La bugia è cattiva per l'uomo, per questo vi dico: siate integri, il Signore così vi vuole. Sia lodato Dio. … Figli miei, vi parlo col Cuore. Edificate la vostra vita spirituale nella fede nel Signore, questa sarà la vostra risposta al Signore, poiché la fede è il fondamento della speranza. La felicità di ogni figlio deve stare nella speranza della Vita Eterna nel Signore. Amen. Amen.
(giugno 1985)

Non tutto è corrotto nel mondo, ma una gran parte lo è. Questa gran parte è quella che deve rinnovarsi completamente, integralmente, poiché essi disprezzano Dio, sono nemici di Dio. Il demonio li sta usando abilmente e con molta freddezza. Il nemico non possiede il calore con cui il Signore tratta i suoi figli, l’Amore ardente del Suo Cuore, né tantomeno la grandezza di Dio, per dare la Vita Eterna. Lodato sia il Signore. Leggete: 2 Corinzi 7,1:
1In possesso dunque di queste promesse, carissimi, purifichiamoci da ogni macchia della carne e dello spirito, portando a compimento la santificazione, nel timore di Dio.
Leggete Colossesi 3,2:
2rivolgete il pensiero alle cose di lassù, non a quelle della terra.
(luglio 1985)

Temete il Signore e la sua giustizia, che non ci sia ribellione in voi, e così potrete servirlo. Non parlo al vento, parlo ai miei figli! Esaminate ogni parola del messaggio. Amen. Amen. Leggete 1 Corinzi 15,58:
58Perciò, fratelli miei carissimi, rimanete saldi e irremovibili, progredendo sempre più nell’opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore.
(agosto 1985)

Oggi, vedo qualcosa di molto brutto, non riesco a descriverlo bene, sembrano animali, come quelli che vidi una volta. Hanno colori, ma predominano il rosso e il nero. Vedo anche una parola: "Abaddón", che significa "padre del male". Poi, vedo la Vergine Santissima che mi dice: "Figlia, il demonio agisce con ferocia, non siatene sorpresi. Attacca senza pietà, avvinghiandosi a tutto ciò che riesce a toccare. Pregate, perché la preghiera fortifica, siete chiamati da Gesù Cristo a pregare. Benedetta la preghiera elevata al Signore. Amen. Amen".
(agosto 1985)

Miei cari, i beni di questo mondo non significano niente, paragonati a quelli che offre il Signore nel Suo Regno. Lasciate andare allora le ambizioni di ottenere beni terreni e cercate ciò che è eterno. Amen. Amen. Leggete Geremia 23,23-24:
23Sono forse Dio solo da vicino? Oracolo del Signore. Non sono Dio anche da lontano? 24Può nascondersi un uomo nel nascondiglio senza che io lo veda?  Oracolo del Signore. Non riempio io il cielo e la terra?  Oracolo del Signore.
(settembre 1985)

Di mattina vedo Gesù. Mi dice: "Ti parlo perché so che vengo ascoltato. Dio manda prove, perché le prove fortificano le debolezze. Dio parla di Amore e Speranza perché l'Amore del Padre va assieme alla Speranza della salvezza che offre il Figlio."
(settembre 1985)

Il Signore non chiede grandi sacrifici per meritare l’eternità, chiede solo di vivere cristianamente. Mettetelo in pratica, confidate in vostra Madre che vi dice: la parola di Dio è ricca di saggezza. Gloria al Signore. Leggete Colossesi 2,6; 3,1:
6Come dunque avete accolto Cristo Gesù, il Signore, in lui camminate … 1Se dunque siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù, dove è Cristo, seduto alla destra di Dio.
(ottobre 1985)

Figli miei, è necessario recitare il Santo Rosario, perché le preghiere che lo compongono aiutano a meditare. Nel Padre Nostro, vi mettete nelle mani del Signore chiedendo aiuto. Nell’Ave Maria, imparate a conoscere vostra Madre, umile interceditrice dei suoi figli davanti al Signore. E nel Gloria, glorificate la Santissima Trinità, fonte divina di Grazie. Vi chiedo: meditate questo messaggio, per poter pregare come piace al Signore. Sia lodato.
(novembre 1985)

Il Signore non è Dio dei superbi né degli arroganti, è Dio degli umili e dei giusti. Non è Dio di odio né di menzogna, è Dio di Amore e di Verità. Oh, figlia mia, quante anime si perdono vivendo così vanamente, fra scandali e corruzioni, senza vedere la purezza, senza sentire il palpitare del Cuore di Gesù. Chiamo il mondo, attendo il mondo. Lodato sia l’Onnipotente.
(dicembre 1985)

Questa mattina vedo Gesù e mi dice: "La gioventù è in uno squilibrio permanente e in pericolo di un totale declino. La maggioranza non edifica sulla verità, perché non conoscono la giustizia, non amano Dio. I giovani del mondo devono sapere che Dio non impone niente, Dio desidera dimorare negli uomini. C’è un'alba che attende, una porta da cui passeranno gli invitati di Mio Padre, gli eletti da Mio Padre." Poi vedo la Vergine Santissima, mi dice: "Cercate sollievo nel Signore, non mostrate né indifferenza né orgoglio, non nascondete i vostri cuori alla Luce, questo vi nuocerà e non piacerete al Signore. Gloria a Dio."
(dicembre 1985)

Figlia, oggi ti rivelerò la nascita del mio amato e dolcissimo Figlio. Uscì dal mio ventre, nello stesso modo in cui vi fu introdotto, voglio dire, senza essere toccato. Nacque su impulso dallo Spirito del Signore Onnipotente. Non sentii alcun dolore, sentii solo che il mio ventre si apriva e si chiudeva, ma fu soltanto una sensazione, perché non mi rimase alcuna traccia, rimanendo io intatta come prima. Questa fu la Sua nascita meravigliosa, per Grazia di Dio Padre. Amen.
(dicembre 1985)

Figli miei, quante volte siete tentati durante il giorno? E quante volte invocate Dio per scacciare quelle tentazioni? Voi, figli di Dio, dimostrate di esserlo quando lasciate che Egli diriga il vostro cammino. Che l’Altissimo vi faccia meditare. Amen. Amen. … A tutti i tuoi fratelli dico: la preghiera a Dio deve essere fatta in un momento dedicato a Dio. Colui che prega si dedica interamente alla preghiera, perché quel tempo è esclusivo del Signore. Si può tener presente Dio durante tutto il giorno, ma questo non significa che una preghiera detta in quelle condizioni, quando può rendersi necessario svolgere un compito, abbia lo stesso valore di dirla in un lasso di tempo dedicato completamente al Signore. Pregate allora piacendo a Dio. Amen, amen.
(dicembre 1985 – gennaio 1986)

Vi dico, figli miei: onorando la Madre, onorerete il Figlio; chiedendo alla Madre, il Figlio vi concederà ciò che chiedete; amando la Madre, arriverete al Figlio. Sto affermando qualcosa che potrete comprovare, se la metterete in pratica. Gloria al Signore.
(gennaio 1986)

Figlia mia: i miei messaggi devono essere letti adagio, in modo che li possiate assimilare come io desidero. Voglio che ogni figlio, giunga a vivere in grazia di Dio e amandoLo come Egli deve essere amato. La debolezza dell'essere umano cresce nella misura in cui si allontana da Dio; è per questa ragione che in questo tempo sembrerebbe che il nemico stia vincendo. Se i miei figli capissero quanto dice questa Madre, tutto cambierebbe. Consegnate i vostri corpi e le vostre anime al Signore, nella sicurezza che il Signore vi salverà. Amen, amen.
(gennaio 1986)

Miei cari, è di vitale importanza credere in Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, poiché la Santissima Trinità è potente. Vi benedico nel Nome del Signore, voi che credete per fede. Gloria a Dio. … Figlia, continuerò ad avvertire tutti i miei figli, sul grave pericolo che corrono quelli che non ascoltano il Signore. Io offro loro il mio Cuore, perché in esso trovino rifugio, e gli assicuro che il mio Cuore li porterà a Cristo. Lodato sia Gesù Cristo. Leggete Romani 6, 9-11:
9sapendo che Cristo, risorto dai morti, non muore più; la morte non ha più potere su di lui. 10Infatti egli morì, e morì per il peccato una volta per tutte; ora invece vive, e vive per Dio. 11Così anche voi consideratevi morti al peccato, ma viventi per Dio, in Cristo Gesù.
(gennaio - febbraio 1986)

Dico ai tuoi fratelli: voi vi chiederete, può il Signore perdonare quelli che si dimenticano della Sua esistenza? Io vi dico: sì figli miei, il Signore può farlo in virtù della Sua grande misericordia. Ma non abusate della bontà di Dio e abbracciate con forza il mio manto, che realmente vi pulirà e vi presenterà puri davanti al Signore. Gloria al Santissimo del Cielo e della terra. Leggete Isaia 29,18-19; 30,18; 30,21:
18Udranno in quel giorno i sordi le parole del libro; liberati dall’oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 19Gli umili si rallegreranno di nuovo nel Signore, i più poveri gioiranno nel Santo d’Israele. … 18Eppure il Signore aspetta con fiducia per farvi grazia, per questo sorge per avere pietà di voi, perché un Dio giusto è il Signore; beati coloro che sperano in lui. … 21i tuoi orecchi sentiranno questa parola dietro di te: «Questa è la strada, percorretela»,  caso mai andiate a destra o a sinistra.
(febbraio 1986)

Oggi ho una visione. Vedo dei serpenti, si muovono, hanno grandi occhi e sembra che non vedano, sono come invischiati in una gelatina di colore verde chiaro o celeste, stanno abbassando la testa, rimangono come asfissiati o morti, perché non si muovono più. Poi vedo che la Vergine Santissima e mi dice: "Figlia, il principe del male oggi rovescia il suo veleno con tutte le forze, perché vede che sta terminando il suo triste regno, gli rimane poco, la sua fine è vicina. Amen, amen."
(marzo 1986)

Nel pomeriggio, sto pregando, perché l'intenzione della novena mi ha resa triste. Quando finisco vedo la Vergine Santissima che mi dice: "In questi giorni si intensifica in me il ricordo della crocifissione di Gesù. Non puoi sapere come fu maltrattato, come il più crudele dei malfattori, come il peggior peccatore, Lui, il Figlio del Padre Eterno, senza alcuna macchia. Quando lo trafissero con la lancia, che grido di dolore fu il mio, figlia mia! Era così indifeso davanti a quella folla che lo circondava! Che amore quello di Dio per gli uomini, che amore quello di Gesù per Suo Padre ed anche per i suoi fratelli, sapendo che doveva sottomettersi per essi, per poterli così riscattare e portarli per sempre assieme a Suo Padre, per l’eternità. Nella Croce, la morte diventa Vita. Gloria a Dio, per i secoli dei secoli. Che questo si sappia, fino ai confini della terra. È il messaggio dell'amore di Cristo, lasciato da Sua Madre. Leggete 1 Giovanni 3,7-8; 5,19-21":
7Figlioli, nessuno v’inganni. Chi pratica la giustizia è giusto come egli è giusto. 8Chi commette il peccato viene dal diavolo, perché da principio il diavolo è peccatore. Per questo si manifestò il Figlio di Dio: per distruggere le opere del diavolo. … 19Noi sappiamo che siamo da Dio, mentre tutto il mondo sta in potere del Maligno. 20Sappiamo anche che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l’intelligenza per conoscere il vero Dio. E noi siamo nel vero Dio, nel Figlio suo Gesù Cristo: egli è il vero Dio e la vita eterna. 21Figlioli, guardatevi dai falsi dèi!
(marzo 1986)

Vedo Gesù e mi dice: "Se questa generazione non ascolta Mia Madre, perirà; chiedo al mondo di farlo. E’ necessaria la conversione dell'uomo. Vale più guardare in alto e sapere cosa dice Colui che sta là, che andare alla deriva. Che questo lo si mediti." Poi vedo la Vergine Santissima, è da sola, mi dice: "Supplico il Signore per voi, figli miei; Egli ama i cuori buoni, Dio vede realmente le vostre azioni. Benedetto e lodato sia. Leggete Salmi 4,3-4":
3Fino a quando, voi uomini, calpesterete il mio onore, amerete cose vane e cercherete la menzogna? 4Sappiatelo: il Signore fa prodigi per il suo fedele; il Signore mi ascolta quando lo invoco.
(marzo 1986)

L'amore del Signore è infinito ed eterno. Beati quelli che lo riconoscono. Beati coloro che in Gesù sperano di essere redenti, perché Egli morì sulla Croce per i peccati degli uomini, e nella Sua Resurrezione si trova la redenzione e la salvezza. Beati quelli che glorificano il Signore. Amen, amen. … Chiedo ai miei figli: che ognuno preghi il Signore per la propria salvezza e che agisca in maniera tale da poter raggiungere questa salvezza. Oggi deve essere un giorno di affidamento, offerta e meditazione. Raccomandatevi al Signore. Che la Gloria a Lui sia eterna.
(marzo 1986)

Giovedì Santo - Di notte sento la voce di Gesù: "Il Mio corpo fatto Eucaristia, entra nei cuori aperti, alimentandoli, saziandoli."
(marzo 1986)

Dico ai tuoi fratelli: non rifiutate mai le Sacre Scritture, perché contengono la Parola di Dio. Siano per voi il timone in questi tempi. Amen, amen.
(aprile 1986)

Colpiscono ripetutamente il mio Cuore; è questo che sento ogni volta che viene offeso Gesù Cristo. Il nemico mi sta sfidando senza pietà; sta tentando apertamente i miei figli. È un combattimento fra la Luce e le tenebre, una costante persecuzione alla mia cara Chiesa. Dio dà la libertà e non impedisce a nessuno di fare le proprie scelte. Purificarsi o vivere in continuo peccato, crescere in Cristo o annientarsi. Io dico ai miei figli: allontanatevi dalla notte oscura, presto spunterà l’Aurora; lasciatevi preparare in questo tempo da vostra Madre, mettete i vostri cuori in quest’Arca mandata da Gesù. Gloria al Misericordioso. Leggete Galati 4,10-11:
10Voi infatti osservate scrupolosamente giorni, mesi, stagioni e anni! 11Temo per voi di essermi affaticato invano a vostro riguardo.
(maggio 1986)

Offrite questa Novena al Signore, pregando per il Papa, mio predilettissimo figlio, votato in corpo e anima al Signore e a Maria Madre di Cristo. Giovanni Paolo II, cammina con la sua croce, portando ai popoli la pace e la speranza di Cristo. Cosciente dei pericoli a cui è esposto, continua umilmente a gettare le fondamenta della Chiesa di mio Figlio. Gloria eterna a Dio.
(luglio 1986)

Mia cara figlia, tenebre e smarrimento sono dappertutto, il male continua a diffondersi; è il maligno nella sua apparente vittoria. L’opera di Dio finirà con lui, la giustizia di Dio salverà il giusto. Lodato sia l’Eterno.
(luglio 1986)

La vedo e le chiedo (sempre scusandomi) se oggi è il giorno della sua morte. Mi dice: "Venni addormentata e risvegliata il terzo giorno, già nel Regno di Dio, dove mi trovo assieme al mio amato Figlio. Lodato sia il Signore".
(13 agosto 1986)

Figlia, sono tante le spine che circondano il mio Cuore! Le offese, il vivere male, l’aver abbandonato Cristo, sono le grandi spine acuminate che lo feriscono. Che le anime si spoglino del male e si vestano di irreprensibilità davanti al Signore, perché io veglio su di loro. Amen, amen. … Vi dico: per mezzo della Madre venite inviati al Figlio, per mezzo della Madre salverete l'anima, per mezzo della Madre riuscirete a compiacere Cristo, solo se obbedite alla Madre ... Amen, amen.
(agosto 1986)

Ho delle spine nel mio Cuore, che mi feriscono continuamente. Due terzi del mondo si stanno perdendo e l'altra parte deve pregare, deve fare riparazione perché il Signore abbia pietà. Tu mi aiuterai, con la tua dedizione, la tua preghiera e con la predicazione dei miei messaggi. Amen, amen.
(settembre 1986)

Figlia non sai quante sofferenze patimmo io e il mio sposo Giuseppe! Così poveri di amici e ripari che ci ospitassero, ci accompagnava solo il cielo aperto, e poi quella stalla che diventò una culla per mio Figlio e un rifugio per noi. Quella notte, che si annunciava triste e silenziosa, fu per Giuseppe e per me la più bella; e sarebbe stata tale anche per il mondo, poiché là nacque il Salvatore degli uomini, il Giusto fra i giusti e Signore su tutto. Prega, mia cara figlia, perché il mondo Lo conosca, perché malgrado tutto, malgrado i secoli, il Signore non è conosciuto e finché questo non avverrà, l'uomo soffrirà. Una triste fine si procura questo [il mondo], mentre Dio ha riservato per il cristiano un bellissimo risveglio, un inizio di vita nuova con Cristo e in Cristo. Lodato sempre sia il Signore.
(ottobre 1986)

Figlia mia, il maligno sta sì trionfando, in questo tempo, ma è una vittoria che durerà poco. Il Signore gli sta dando tempo, lo stesso che dà all'uomo perché torni a Dio. È per questo che aumentano sempre più i vizi, le pazzie mondane. Le debolezze dovranno trasformarsi in forza e potranno così staccarsi definitivamente dal male. Ancora il cuore dell'uomo non è completamente invaso. Gloria a Dio.
(ottobre 1986)

Figlia, la terra è abitata, ma sembra disabitata, un’oscurità molto grande la sovrasta. L'avvertimento di Dio è sul mondo! Non deve temere niente chi rimane nel Signore, deve temere chi nega ciò che proviene da Lui. Amen, amen.
(ottobre 1986)

27-10-86 (Il Papa all’incontro ecumenico di Assisi) Mia cara figlia, oggi la preghiera crescerà in maniera generosa, in questo giorno nel quale il Papa, sapendo ciò che il Signore si aspetta da lui, lotta per la pace, quella pace così agognata di cui il mondo ha tanto bisogno. I miei amati figli sacerdoti devono seguire il Papa, camminando assieme a lui, poiché ciò significa farlo con Cristo stesso. Giovanni Paolo II, fedele e consacrato al Cuore della Madre, nulla teme, va dove la Madre lo chiama, superando ogni ostacolo. Ha fiducia nella Madre e la sicurezza che nei momenti più difficili la Madre lo accompagna. Il suo cuore, colpito tante volte dagli avversari di Cristo, continua ad essere rafforzato da Cristo. Gloria al Signore eternamente.
(ottobre 1986)

Prego per il Papa, la vedo [la Madonna, N.d.R.] e mi dice: "Figlia, egli è un figlio piccolo che è cresciuto e continua a crescere nel Cuore di Maria. Il suo fragile corpo si irrobustisce con la forza che gli dà il mio amore. Il suo spirito, totalmente sano, integro e puro, è dedito al Signore. Giovanni Paolo, umile servo, il suo cuore trabocca di amore da tutti e per tutti, i suoi occhi trasparenti lasciano vedere la sua anima limpida. Sulle sue spalle grava la grande responsabilità della Chiesa e degli uomini in generale, la presenta a Cristo e la mette nelle mani di Cristo. Il mondo ha bisogno di pace, il mondo ha bisogno di amore, Cristo li dà, Cristo li offre. Amen, amen.
(ottobre 1986)

Di notte vedo Gesù nel mezzo di una grande luce bianca; mi dice: "Io scendo nei cuori umili per purificarli. L'anima sia messa nelle mani di Mia Madre, ella se ne prenderà cura fino all’ora stabilita."
(novembre 1986)

Mia cara, parlo ai miei amati figli, sacerdoti, religiose e consacrati. Ho molto bisogno della preghiere di tutti loro, ho molto bisogno dell'amore di tutti loro. Devono condurre una vita esemplare e di sacrifici, una vita di dedizione e umiltà. Devono operare in modo che Dio dimori sempre in loro, e non si vedranno mai abbandonati da Lui. Le anime hanno bisogno delle anime, e tutte loro hanno bisogno di Dio. Gloria a Lui, per tutti i secoli.
(dicembre 1986)

Figlia mia, grazie a pochi buoni, si salveranno molti cattivi. Voglio dire che, con la preghiera, con la preghiera continua dei veri cristiani, molti riusciranno a salvarsi. Spiego qui il perché della mia presenza, il significato dei miei messaggi, che sono in definitiva la Parola del Signore. Deve esserci conversione, perché sia possibile la salvezza dell'anima. Benedetto sia il Signore. Leggete Siracide 2,7-9:
7Voi che temete il Signore, aspettate la sua misericordia e non deviate, per non cadere. 8Voi che temete il Signore, confidate in lui, e la vostra ricompensa non verrà meno. 9Voi che temete il Signore, sperate nei suoi benefici, nella felicità eterna e nella misericordia, poiché la sua ricompensa è un dono eterno e gioioso.
(dicembre 1986)

Accompagnatemi in questa Santa Notte con la vostra preghiera, ricordate con me la nascita del mio amato Gesù. Umile nascita, ma non carente di amore, perché assieme a mio marito Giuseppe, Gli demmo tutto il nostro amore, da quel momento e per sempre. Figli miei, date con la vostra preghiera anche il vostro cuore. Alleluia.
(dicembre 1986)

Mia cara figlia, povero colui che crede di non avere bisogno dell’aiuto della Madre celeste! Dico a tutti i tuoi fratelli: trovate rifugio in me e sarete totalmente protetti, lasciate che vostra Madre guidi i vostri passi e sarà possibile il vostro incontro eterno con il Signore. Lodato sia.
(gennaio 1987)

La Madre, assieme al Figlio, riversano il loro amore per il bene delle anime. Il nemico, il seduttore, colui che rovina e distrugge, le sta tentando. Gesù Cristo sta insegnando a distinguere la Luce dalle ombre. La Madre, guida perfetta, sta conducendo i figli verso la Luce. Amen, amen.
(gennaio 1987)

Povera umanità! E’ disorientata in mezzo al deserto che ha provocato il maligno. Descrivo così la situazione che attraversano i miei figli, la dolorosa realtà che tanto affligge la Madre. Sono pronta a prendermi cura di loro con la mia Luce, che è la Luce della Chiesa, la Luce di Gesù Cristo. Gladys, fai conoscere il messaggio di Maria. Leggete Ebrei 12,11-13:
11Certo, sul momento, ogni correzione non sembra causa di gioia, ma di tristezza; dopo, però, arreca un frutto di pace e di giustizia a quelli che per suo mezzo sono stati addestrati. 12Perciò, rinfrancate le mani inerti e le ginocchia fiacche 13e camminate diritti con i vostri piedi, perché il piede che zoppica non abbia a storpiarsi, ma piuttosto a guarire.
(gennaio 1987)

Gladys, ascolto i battiti dei cuori che arrivano a [questo] luogo di Maria, sento l'amore che mi danno, raccolgo anche il dolore e le angosce che ogni cuore deposita nel mio Cuore di Madre. Io li consolerò pietosamente, nessuno mancherà, figlia mia, dell'amore di questa Madre. Benedetto sia il Signore per la Sua Misericordia. Fallo conoscere a tutti i tuoi fratelli.
(gennaio 1987)

Figlia, in questo tempo l’Arca sono io, per tutti i tuoi fratelli. Sono l’Arca della pace, l’Arca della Salvezza, l’Arca dove i miei figli dovranno entrare, se desiderano vivere nel Regno di Dio. Non vi è alcun ostacolo per questa Madre, e non ve ne sarà per i figli. Amen, amen. Che si mediti questo messaggio.
(febbraio 1987)

Gladys, è indispensabile che tutti i tuoi fratelli abbiano fede. Avere fede significa immergersi nel tempio dello Spirito Santo, vuol dire lasciarsi guidare dallo Spirito e soprattutto amare lo Spirito. Tutto ciò che chiedo ai miei figli - preghiera, conversione, vita puramente cristiana - tutto questo, se non si ha fede, sarà stato chiesto invano e purtroppo rimarrà dimenticato. È Dio che mette negli uomini la fede, gli uomini devono chiedere a Dio la fede e che Lui la depositi nei loro cuori. Gloria all’Altissimo. Predicalo.
(febbraio 1987)

È così bello, figlia mia, tutto ciò che riguarda mio Figlio, Cristo il Salvatore! Molto gradualmente te lo andrò rivelando. Quante meraviglie racchiude la Sua Vita Spirituale! Perché visse così, in preghiera, in continua comunicazione con Suo Padre. Sebbene fosse Dio stesso, si sacrificava per Suo Padre. Gesù faceva grandi digiuni e passava lunghe ore in preghiera, in successive meditazioni. Altri momenti li dedicava con grande Amore al prossimo. Figlia, Egli da sempre amò le anime, a tal punto da donare Sé stesso per esse e incaricò per sempre me di aver cura delle Sue care anime. Lodato sia il mio amato Figlio. Fallo sapere.
(febbraio 1987)

Prego per tutti i miei fratelli e sento la necessità di scrivere: "Abbandonati al Signore, anima buona e generosa, poni il cuore nelle Sue mani, un anelito di Vita inonderà il tuo corpo, amore e purezza che emana da Dio". Immediatamente vedo la Vergine Santissima, mi dice: "Nessun figlio trema né si dispera davanti alle prove, se si abbandona alla Madre. Soffre chi è solo, si indebolisce chi non si alimenta di Dio. Il Signore abbonda in grazie in favore dei Suoi figli. Benedetto sia il Padre Eterno. Che questo lo si mediti."
(febbraio 1987)

Prego per tutti gli esseri del mondo. Nel quarto mistero del Santo Rosario la vedo [la Madonna, N.d.R.], è sola. L'ultimo "Gloria" lo recita con me. È molto triste, tiene le mani giunte e quando recita il "Gloria" inclina come sempre la testa. Dopo che termino di pregare mi parla. Mi dice: "Gladys, prega anche per le creature che non nascono, che non arrivano a vedere la luce del giorno. Sono tanti gli aborti, sono tanti gli attentati alle vite che solo a Dio appartengono! Dio detiene la vita e Dio chiama alla vita, solo Dio. Benedetto sia il Signore."
(marzo 1987)

Figlia mia, questa Madre vede ciascuno dei suoi figli. Ogni cuore è amato e compreso da questa Madre. Non è indifferente al dolore dei miei figli, il mio Cuore di Madre. Gloria a Dio. Predicalo. … Dico a tutti i tuoi fratelli: oh figli miei, non cercate la verità nella menzogna. Non la troverete, perché la verità è soltanto nel Giusto e la menzogna si trova in colui che corrompe tutto, in satana. In lui soltanto c’è inganno e falsità, egli trascina con sé coloro che sono lontani dalla protezione Celeste. Guai a quelli che non ascoltano Dio! Guai a quelli che adorano il falso e non il vero! Figli, sono venuta qui e da qui mi rivolgo ai popoli, sono venuta non a darvi timore, ma Amore e Vita. Gloria a Dio. È necessario che meditiate questo messaggio. Predicalo figlia.
(marzo 1987)

Mi rivolgo a tutti i miei figli: la pace interiore acquieta l'anima, questa pace viene da Dio, questa pace si trova in Dio. Non siate indifferenti, non dormite, siate sensibili e desti, è vostra Madre che lo desidera. Regni la pace nei cuori umili che sono del Signore. Gloria al Santissimo. Predicalo. … Dico ai miei consacrati: rinnovatevi con la preghiera, con intensa preghiera. Desidero perseveranza, desidero fedeltà, desidero autentici consacrati. Vi voglio con me, vi siete avvicinati al mio Cuore, vi siete introdotti nel mio Cuore, proseguite in Esso. Offrite, figli miei, assieme al vostro amore, il vostro spirito penitente. Gloria a Dio. Devi predicarlo figlia.

Figlia mia, rivivo oggi il mio grande dolore, giorno in cui l'Agnello offrì la sua vita dopo aver sofferto tanto atrocemente. Io soffrii molto come Madre, e soffro molto quando vedo l’infedeltà dell'uomo. Oh figlia, si fa così malvagio a volte il loro cuore, così incapace di amare e così insaziabile! Sia il Signore salute dei cuori. Amen, amen.
(marzo 1987)

(Ore 13.20) Vidi Gesù con il viso pieno di sangue, sangue secco e sangue fresco; dei solchi gli correvano lungo il viso, aveva gli occhi aperti, molto aperti e la bocca pure; i capelli erano bagnati. Vidi la corona di spine, erano molto lunghe, grosse e secche, sembravano nere. Una l’aveva conficcata in mezzo alla fronte, altre erano sopra ciascun occhio. Sembrava terribilmente sofferente; lo vidi inoltre molto pallido, quasi giallo. Poi vidi la Vergine Santissima e mi disse: "Hai visto gli ultimi momenti della crocifissione di mio Figlio."

Gladys, molti figli rimangono irremovibili nell’ignorare Dio. Dico loro: non andate verso la morte, andate verso la Vita Eterna, andate verso Gesù Cristo. Cristo non è un giorno ma i giorni. Gloria al Signore. Predicalo.
(maggio 1987)

Gladys, ti parlerò nuovamente di Gesù. Mio Figlio, quando era sulla terra, visse soltanto per le cose del Cielo; niente di materiale lo legava alle cose terrene. Sapeva, naturalmente, che doveva vivere il Suo tempo con gli uomini e i suoi ultimi anni li dedicò interamente ad essere Pastore, ad unire il gregge di Dio, Suo Padre. È necessario che coloro che non hanno ancora compreso l'importanza che ha il gregge del Signore, capiscano il valore dell'unione di quel gregge tanto amato da mio Figlio. Dovrà essere sempre più numeroso e più forte; in questo modo niente potrà indebolirlo. Parlo chiaramente ai miei figli, il Signore desidera recuperare il Suo gregge. Amen, amen.
(maggio 1987)

Figlia, gli uomini si stanno distruggendo in mezzo a tanta violenza. Cercano senza trovare, perché cercano in superficie e niente troveranno là; rimarranno nella povertà spirituale. Il Signore desidera dagli uomini una vita ricca spiritualmente; questa si consegue con la preghiera, l’abbandono e un'offerta continua a Dio. Soltanto così si sarà in profonda comunicazione con il Signore. Che questo lo si mediti. Gloria all’Altissimo.
(maggio 1987)

Vedo Gesù, e mi dice: "Molti cristiani sono lontani da Dio, ci sono cuori increduli, c’è lontananza dalla Parola di Dio. Quei cristiani non vedono la realtà che mostro loro. La Mia voce è inconfondibile; se non l’ascoltano non si renderanno degni della Vita Eterna. Quelli che credono non saranno esclusi dalla Mia presenza".
(maggio 1987)

La felicità interiore si raggiunge soltanto quando si è vicini a Dio. L'anima si purifica in Dio; perciò l'anima deve esserGli fedele. Essere fedeli a Dio significa essere in completa amicizia con Dio. Amen, amen. Leggete Siracide 1,28:
28Non essere disobbediente al timore del Signore e non avvicinarti ad esso con cuore falso.
(maggio 1987)

Figlia, non sono molti quelli che apprezzano questa ora tanto significativa per l'umanità. Per questo chiedo ai miei figli: vivete questo tempo di Grazia, vivetelo pienamente, e la notte non sarà il vostro timore. Gloria al Signore.
(maggio 1987)

Figlia mia, in questa Novena pregate tutti perché gli uomini abbiano fame di Dio. Se questo non accade l'uomo si perderà irrimediabilmente. C’è una sola possibilità di salvarsi ed è che l'uomo cerchi sostegno in Dio. Nel mondo c’è dolore e peccato, perché non si spera né si confida in Dio. Il mondo sta vivendo nelle tenebre, perché non vuole volgersi alla Luce. Lodato sia l’Altissimo.
(giugno 1987)

Dico ai miei figli: amate e glorificate la Santissima Trinità. Non cercate risposta a ciò che è proibito agli uomini. La Santissima Trinità è segreto di Dio; solo Lui lo conosce e a Lui appartiene. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
(giugno 1987)

29-6-87 (Festività degli Apostoli San Pietro e San Paolo) - "Prega, figlia mia, per il Successore di Pietro, il Papa. Quanto dolore serba nel cuore il mio caro figlio! Sopporta molti attacchi, verso la Chiesa e verso la propria persona. Egli è avvolto nello splendore della mia Luce, riceve da me la protezione necessaria per andare avanti. Oggi, quando tutto sembra essere sofferenza e agonia, scaturisce la Grande Speranza: è Gesù Cristo che arriva con la Sua Grazia, è la Madre che ritorna per realizzare l’opera del Figlio. Amen, amen."
(giugno 1987)

Figlia, la volontà degli uomini non è la Volontà di Dio. Colui che ama il Signore, colui che fa la Volontà del Signore, è attaccato da satana. Non vacilli il cuore che ama Dio. Amen."
(luglio 1987)

Figlia, la preghiera in questa Novena sarà per la carità. I cristiani stanno soffrendo la mancanza di carità. Colui che vive lontano da Cristo, vive lontano dalla carità. Colui che odia, non ha carità. Colui che non ama il suo prossimo, manca di carità. La carità proviene dall'amore e l'amore proviene da Dio. Lodato sia il Santissimo.
(luglio 1987)

Desidero la conversione dei figli a Dio e la consacrazione al mio Cuore di Madre. Ho sì urgenza, ma anche il desiderio che la consacrazione sia fatta dopo una conoscenza profonda delle cose di Dio e un amore profondo verso Dio. Che i miei figli desiderino di essere completamente miei; ciò farà sì che siano fedeli al Signore, perché io li condurrò a Lui. Amen, amen.
(luglio 1987)

Sono molti quelli che nascono, crescono e muoiono senza conoscere Dio. Chiedo a quanti sono ancora al riparo delle tenebre: avete forse Dio nel vostro cuore? Lo troverete in mezzo all’inquietudine in cui state vivendo? Cercatelo, non nella superbia ma nell’umiltà. Cercatelo, nel silenzio della preghiera. Il Signore si fa presente quando l'anima si offre a Lui. Che l'anima vada dal Signore e il Santo la libererà. Gloria a Dio. Leggete 1 Corinzi 4,21:
(luglio 1987)

Mia cara figlia, è necessario che tutti comprendano che la Pace viene soltanto da Cristo. Voglio dire che soltanto dove dimora Dio c’è pace. Un buon cristiano vive in pace. Un cuore umile ha la pace. L'anima incontrerà la Pace, se incontra Dio. Benedetto sia l’Altissimo.
(agosto 1987)

Gladys, hai recitato i misteri dolorosi (oggi è martedì). Ti dirò come soffrì Gesù nelle Sue ultime ore: Gesù pregava aspettando il Suo momento, aspettando come il più docile e fedele Agnello. Fu flagellato: le frustate segnavano dolorosamente il Suo corpo, fino a ferirlo e insanguinarlo. Era l'inizio! Le spine: gli vennero conficcate lentamente, poiché così avrebbe sofferto di più, perché andavano penetrando nella testa, fino all’osso. La Sua salita verso il Golgota: mio Figlio, camminava tremendamente esausto, quasi sul punto di svenire sotto il legno della croce. Già dall’inizio del cammino gli era penetrato nella spalla destra, causandogli una profonda ferita, la più dolorosa fino a quel momento. Infine venne crocifisso: la Sua bocca, invocava Suo Padre, non tanto per Sé stesso ma per gli uomini, per la miseria umana che lo circondava. La crocifissione di Gesù Cristo mostrò, e continua a mostrare al mondo, l'amore di Dio per gli uomini, anche per coloro che non hanno trovato la Via della Vita; perché tutto è opera del Creatore. Chiedo la fede del mondo verso Cristo, la speranza in Cristo, e l’amore per Cristo. Gloria al Salvatore.
(agosto 1987)

Innanzi a Dio, non c’è niente che Lo superi in potenza. Oh figlia mia, sono molti quelli che hanno bisogno di sapere questo: molti per mancanza di fede non lo capiscono! La fede unisce l'uomo a Dio. Che i miei figli meditino questo. Gloria all’Eterno.
(agosto 1987)

Il Signore ha preparato, figlia mia, ad ognuno la propria strada. Una grandissima verità è che in ogni strada c’è una croce, ed è questa stessa croce che va portata con amore e offrendola al Signore. Non si arriva a Dio se non per mezzo della sofferenza, e tantomeno si arriva ad amare Dio se non si riconosce che è attraverso la croce che si raggiungerà la Sua Gloria. Sarà penoso per l'anima, se non ci si prepara per la prova, ma ricordo anche ai miei figli che il Signore premierà meravigliosamente colui che unisce il proprio dolore al Suo Cuore. Vita duratura, Amore e Pace vi attendono vicino a Cristo. Gloria al Redentore.
(agosto 1987)

Gladys: prega per il povero, per l’emarginato e perfino per il ricco. Il povero, soffre per la sua grande povertà e non è sostenuto dai suoi fratelli. L’emarginato, è sottovalutato e non è neppure accettato dai suoi fratelli. E il ricco, quando è già sazio di tutto si ritrova alla fine vuoto e solo. Tutti hanno bisogno di Dio, tutti necessitano dell'Amore Celeste, e la Madre, piena di compassione per i suoi figli, estende la sua protezione su tutti loro. Questa verità deve essere ascoltata. Amen, amen.
(settembre 1987)

Mia cara figlia, come è tristemente smarrita la gioventù! La dipendenza dalla droga e la vita facile, è il panorama che il maligno ha aperto davanti ai giovani. Il peccato, commesso in molte maniere diverse, fa sì che si separino sempre più da Dio. Solo se rivolgono i loro occhi verso la Madre di Dio, la Madre li farà rincontrare con Dio. Soltanto se entrano nel Cuore della Madre, potranno ascoltare la voce del Signore. Non mi nascondo da nessuno, che nessuno allora si nasconda da me. Amen, amen. Leggete Luca 12,29-32:
29E voi, non state a domandarvi che cosa mangerete e berrete, e non state in ansia: 30di tutte queste cose vanno in cerca i pagani di questo mondo; ma il Padre vostro sa che ne avete bisogno. 31Cercate piuttosto il suo regno, e queste cose vi saranno date in aggiunta. 32Non temere, piccolo gregge, perché al Padre vostro è piaciuto dare a voi il Regno.
(settembre 1987)

Questo dice vostra Madre: in questa Novena pregate, perché la Parola di Dio sia conosciuta universalmente. La terra tutta deve restare impregnata della Sua Parola ed ogni cristiano deve vivere secondo quella Parola. Tutti fate parte del Corpo Mistico che è la Chiesa e di cui Cristo è il Capo. Nella terra, il Vicario di mio Figlio ha la responsabilità che questo Corpo continui a restare in piedi; perciò proseguite accanto al vostro Papa, seguendo i suoi insegnamenti, che sono in definitiva gli insegnamenti di Cristo. Sia fatta la Volontà di mio Figlio. Amen, amen. Che questo sia conosciuto, da tutti i tuoi fratelli.
(ottobre 1987)

Il mio Cuore gioisce nel vedere quei figli che, dopo aver giaciuto inerti, si ridestano alla voce della Madre. Destatevi miei cari, perché un giorno il Signore arriverà con la Sua Giustizia. Amen, amen. Leggete Isaia 56,1:
1Così dice il Signore: «Osservate il diritto e praticate la giustizia, perché la mia salvezza sta per venire, la mia giustizia sta per rivelarsi».
(ottobre 1987)

L’uomo chiami Dio e Dio risponderà; non sia ribelle il suo cuore e tema il Signore. Chiedo frequentemente preghiera, umiltà e conversione. Dico ai miei figli: il Signore avrà pietà solo di un figlio che prega, che è umile e convertito. Non lo abbandonate e non sarete abbandonati. Lodato sia il Signore. Predicalo ovunque. Leggete Lamentazioni 3,40-41:
40«Esaminiamo la nostra condotta e scrutiamola, ritorniamo al Signore. 41Innalziamo i nostri cuori al di sopra delle mani, verso Dio nei cieli.
(ottobre 1987)

Mi rivolgo a tutti i tuoi fratelli: Con la fede, il cristiano si considera figlio della Madre. Con la fede, salverà la sua anima. Con la fede, il figlio crede nella Misericordia del Padre. Con la fede, spera nella Sua Promessa. Con la fede, persevererà nella stessa fede. Con la fede, il punto di partenza e di arrivo di ogni cristiano è Gesù Cristo. Con la fede, ama nella Madre il Figlio. Abbiate fede in Cristo e il Suo Spirito vi ricolmerà di Grazia. Benedetto e lodato sempre sia. Predicalo.
(novembre 1987)

Vedo Gesù. Mi dice: "Oggi avverto il mondo su ciò di cui il mondo non sembra accorgersi: le anime sono in pericolo, molte si perderanno, la salvezza arriverà a pochi se non vengo accettato come Salvatore. Mia Madre deve essere accolta, Mia Madre deve essere ascoltata, nella totalità dei suoi messaggi; l'uomo deve scoprire la ricchezza che lei porta ai cristiani. I figli del peccato, se in loro cresce l’incredulità, avanzeranno nel peccato. Voglio un rinnovamento dello spirito, un allontanamento dalla morte e un attaccamento alla Vita. Il Cuore di Mia Madre, è quello scelto perché si realizzi ciò che chiedo. Le anime arriveranno a me, per mezzo del suo Cuore Immacolato."
(novembre 1987)

Gladys, quando un figlio comincia a pregare, già in quel momento è in presenza di Dio e da quel momento Dio lo protegge. Non importa con quale preghiera si inizia, non ce n’è una speciale, poiché in tutte si invoca il Signore. Tante volte la preghiera porta al pentimento, alla conversione, al completo affidamento al Signore. Nel raccoglimento della preghiera l'anima medita, resta in silenzio e il Signore opera in quell'anima. Oh Figlia mia, vogliano i miei figli amare profondamente la preghiera, vogliano i miei figli avere Dio nel cuore! Benedetto sia il Signore.
(dicembre 1987)

Figlia mia, sono molti i figli che cercano la Via della Salvezza, molti di più sono quelli che vanno sulla via della perdizione. Sono coloro che fuggono la sofferenza e si distruggono; poveri i miei figli, perché evitando la sofferenza, evitano la Luce e vivono nella più completa oscurità. Questa Madre condurrà alla Luce coloro che si affrancano dalle tenebre, ed essi non saranno più sottomessi ma saranno liberi e figli della Luce.
(dicembre 1987)

Dico ai miei figli: adorate con me il mio Bambino, rimanete insieme a me in questa Vigilia di Natale, pregando, non permettendo che alcunché si frapponga fra Lui e voi. Promettete di amarlo, oggi e sempre e riceverete la Benedizione del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Gloria al Salvatore.
(dicembre 1987)

Non è piacevole per il Signore vedere che c’è chi vive nella violenza, nella droga e nel peccato in genere. Un gran numero di anime si vanno progressivamente perdendo; è il maligno, che distrugge coloro che, deboli nella fede, non si sono fortificati abbastanza da resistergli e respingerlo. E’ nella preghiera che i miei figli troveranno la forza; è la preghiera quella che farà sì che rimangano nella Verità, ed è attraverso la preghiera che potranno camminare sulla retta via. Gloria al Santissimo.
(gennaio 1988)

Oggi è il giorno della Madre [25 del mese, ndr], quindi, giorno di gioia, come i misteri che avete meditato nel Santo Rosario. Gladys, voglio che mediti i Misteri Gaudiosi con le parole di questa Madre, in modo che poi, arricchito il tuo spirito, rimanga anche fortificato con la preghiera.
L'Annunciazione. Mai come in quel giorno, nel quale mi fu annunciato dall'angelo Gabriele che per mezzo dello Spirito Santo sarei stata Madre del Figlio di Dio, sperimentai una gioia simile. Non capivo, ma la mia fede, la mia grande fede, mi fece pronunciare il sì, senza esitazioni.
La visita a mia cugina Elisabetta. Colei la quale, per grazia di Dio, stava aspettando un figlio; colei la quale mi chiamò Benedetta fra le donne. Continuano a chiamarmi così e continueranno a farlo per l’eternità.
La Nascita di Gesù. Dopo avere passato lunghe ore chiedendo un riparo, arrivammo, Giuseppe ed io, fino a quella stalla e là, in quella notte così fredda, nacque Gesù, molto poveramente, ma riparato dal mio calore Materno.
Gesù presentato nel Tempio. Giuseppe, il mio Bambino ed io ci recammo nel Tempio; là c’era Simeone, che mi profetizzò che una spada mi avrebbe trapassato il Cuore.
Gesù ritrovato, dopo averlo creduto perso. Lo trovammo che predicava fra i Dottori della Legge, la Parola di Suo Padre. Era già, a dodici anni, il Suo più grande e fedele Predicatore.
Mio Figlio, mi riempì di gioia fin dal momento della Sua Annunciazione; oggi mi riempie di gioia nel permettermi di stare al Suo fianco, chiamando le anime alla conversione. Sia gloria per sempre al Signore.
(gennaio 1988)

Gladys, la Misericordia di mio Figlio, vuole arrivare all'uomo. Per questa ragione l'anima deve prepararsi per riceverla, abbandonandosi al Cuore della Madre. Figli miei, nella Croce di Cristo sono diventata vostra Madre e la mia continua vigilanza farà sì che riusciate a raggiungere questa Misericordia. Gloria all’Altissimo.
(marzo 1988)

Figlia mia, dappertutto si comincia a conoscere quello che dice la Madre di Gesù Cristo. Chiedo umilmente ai miei figli: lasciate un po’ la vita materiale che conducete e vivete più spiritualmente. Conoscete di più il Signore e la Sua Parola; amate il Signore, arricchite il vostro spirito con la Sua Parola e crescerete in amore e in virtù. Serbate nel vostro cuore ciò che tanto dolcemente vi dico. Amen, amen.
(marzo 1988)

Ho una visione: vedo la terra divisa in due parti; una parte rappresenta due terzi e l'altra un terzo, nella quale vedo la Santissima Vergine. È con il Bambino e dal suo petto escono raggi di Luce che si dirigono verso la parte che rappresenta i due terzi della terra. Poi mi dice: "Gladys, stai vedendo il mondo semidistrutto. Quei raggi di Luce, li emette il mio Cuore, che vuole salvare quante più anime possibile. Il mio Cuore può tutto, ma è impotente se il cuore non vuole. I mezzi per salvare l'anima sono: la preghiera e la conversione. L'anima deve disporsi per non essere imprigionata eternamente dalle tenebre. Amen, amen."
(marzo 1988)

La venuta del Signore è imminente e, come dice la Scrittura, nessuno conosce né il giorno né l'ora, ma ci sarà, e certamente l'anima del cristiano deve prepararsi per quell'ora. Perfino le pietre Lo conosceranno; è così figlia mia, come vuole questa Madre, far conoscere la Parola di suo Figlio. Alcuni per ignoranza, altri per la durezza del loro cuore, non conoscono il Signore. Molti di loro non hanno condotto una vita retta; le loro orecchie sono state muri e il loro cuore una porta chiusa. Il mio Cuore può correggere il loro cammino ed aprire i loro cuori. Posso togliere l'anima dall’angoscia, posso dare riparo all’anima desolata, posso aiutare l'anima a trovare Dio. Amo il cuore dell'uomo e perciò attendo il cuore dell'uomo. Gloria al Signore Misericordioso. Leggete Isaia 2,5:

(marzo 1988)

Figlia mia, siete già in attesa dell'arrivo del mio Bambino, e come io sono vicina a voi, così vi voglio vicini a me in questa Notte di giubilo, Notte di Amore e di Pace. Le nostre furono le ore della più dolce attesa, in quel duro inverno. Il freddo ci penetrava, a Giuseppe e a me; eravamo privi di ogni comodità; piccolo era il nostro bagaglio, molto scarso il nostro riparo. In quel povero ambiente nacque Gesù, ma in una deliziosa Pace. Nei primi momenti, avvolto in alcuni pannolini e in tela di sacco, fu da me collocato nella mangiatoia, poi lo cullai fra le mie braccia. A Lui bastava solo il mio calore materno. Lì fu adorato per la prima volta da Giuseppe e da Sua Madre. Nacque povero ma ricco in Amore, perché grande è l'Amore racchiuso nel Suo Cuore. Figlia, l'inverno è duro per molte anime, per quelle che si sono ribellate a Dio. È per questo che chiedo a tutte le anime: preghiera per riparare alle gravi offese che Gli vengono inflitte. Gloria al Salvatore.
(dicembre 1988)

Vegliate con me, in questa Notte così importante per l'umanità. Vegliate con me e con Giuseppe, mio marito, col quale davanti ad ogni rifiuto, davanti ad ogni porta che si chiudeva, ci trovavamo ancora più uniti. Di fronte a tanta chiusura, di fronte a tanta freddezza, nacque il mio Bambino, contando soltanto sul nostro calore, sul nostro amore. È per questo che oggi chiedo: vegliate con me vicino a Mio Figlio, adorandolo, rispondendo con amore all'amore di Gesù. Il mio cuore di Madre non conosce rancori, non conosce superbia, conosce soltanto amore. Amore verso coloro che si ribellano; amore verso i cuori induriti e chiusi. Non voglio gelo nei cuori, voglio amore. Il Cuore di Gesù, reclama amore. Sia Gloria al Salvatore. Predicalo a tutti i tuoi fratelli.
(dicembre 1989)


Cfr R. Laurentin – P. Sbalchiero, Dizionario delle "apparizioni" della Vergine Maria, trad. it., Edizioni Art, Roma 2010, voce "SAN NICOLAS", pp. 1090-1092. Il sito ufficiale, con tutti i messaggi in lingua spagnola e inglese, è: www.virgen-de-san-nicolas.org . La traduzione dei messaggi qui utilizzata viene dal sito: profezie3m.altervista.org.