"Tu e noi": la vita è un dialogo appassionato tra Lui e noi

Non c'è nulla di più grande per noi
del suo rivolgersi a noi,
del suo offrirsi a noi,
del suo invitarci a stare con Lui.

E Lui ci chiede di elevare a Lui
la voce del nostro cuore
e di radunarci attorno a Lui e in Lui.

GLI APPELLI DI MARIA VERGINE

Lichen, Polonia, 1850

La Madonna è apparsa nel maggio 1850 a un pastore di nome Nicolas Sikatka. Il 15 agosto 1966 il cardinale Stefan Wyszynski, primate di Polonia, incorona l'icona di fronte a 130 mila fedeli. Nel 2006 viene inaugurata la nuova basilica a cinque navate, la più grande di tutta la Polonia (1).

Nicolas vede una signora scendere dal cielo, vestita di bianco e di oro, con un velo costellato di diamanti e una corona scintillante e gli dice:
"Io sono la Regina Dolorosa della Polonia e vengo a consolare e a mettere in guardia i miei poveri figli! […] Vengo a liberare i miei figli dalla miseria interiore in cui sono caduti, a risvegliare il coraggio e la carità dei cuori dolenti, e a proporre loro per il domani la libertà e la pace".
"Bisogna fare penitenza per così tanti peccati! […] L'ubriachezza e il libertinaggio offendono Gesù, le bestemmie offendono la sua Maestà divina! Ciò che più ferisce il mio cuore è il disprezzo che si ha per Dio".
"Gravi castighi stanno per abbattersi su di voi e io, Madre misericordiosa, voglio proteggervi e salvarvi. Esponete qui una mia icona , e venite a pregare a questa fonte di grazie e di pace".

 

Cfr R. Laurentin – P. Sbalchiero, Dizionario delle "apparizioni" della Vergine Maria, trad. it., Edizioni Art, Roma 2010, voce "LICHEN", p. 439.

 


Per informazioni: contatti@tu-e-noi.org