"Tu e noi": la vita è un dialogo appassionato tra Lui e noi

Non c'è nulla di più grande per noi
del suo rivolgersi a noi,
del suo offrirsi a noi,
del suo invitarci a stare con Lui.

E Lui ci chiede di elevare a Lui
la voce del nostro cuore
e di radunarci attorno a Lui e in Lui.

GLI APPELLI DI MARIA VERGINE

Banneux, Belgio, 1933

La Madonna è apparsa a Banneux Notre-Dame, piccolo villaggio sull'altopiano delle Ardenne a 25 km da Liegi, per 8 volte , con il nome di 'Vergine dei poveri', a Mariette Beco (1921-2011), tra il 15 gennaio e il 2 marzo 1933. La Chiesa ha approvato il culto nel 1942 e ha riconosciuto il carattere soprannaturale delle apparizioni nel 1949.(1)

Prima apparizione
Domenica, 15 gennaio 1933, alle ore 19, Mariette, guardando dalla finestra della cucina, vede nel giardino della sua povera casa una bella signora con il capo splendente; la fanciulla si rivolge alla madre: "Mamma, Dio mio!... vedo una signora nel giardino... è così ben vestita e così elegante!... Dio mio - mamma - si direbbe la santa Vergine!". Detto questo prende il rosario e recita qualche Ave Maria contemplando con stupore l'apparizione. A un certo punto, la signora apre le mani, alza la destra e, con l'indice le rivolge un segno di invito. Mariette sta per uscire, ma la madre glielo impedisce energicamente. Mariette ritorna alla finestra, però la bella signora è sparita.

Seconda apparizione
Mercoledì 18 gennaio, alle 19 Mariette esce di casa, si inginocchia, prega, tende le braccia: la Madonna appare in alto, sopra gli abeti, e scende lentamente verso di lei, fermandosi a qualche passo, staccata dal terreno da una piccola nube grigia. Per venti minuti Mariette prega, mentre la Madonna sorride e muove le labbra come se pregasse a sua volta. Poi la Vergine si sposta e chiede a Mariette di seguirla; il padre assiste alla scena, con alcuni testimoni, e chiama la figlia che sta varcando lo steccato; ed ella risponde: "Lei mi chiama". Dopo alcuni spostamenti la Madonna si ferma lungo il bordo della strada, dove c'è una sorgente, e dice a Mariette: "Immergi le mani nell'acqua". La fanciulla obbedisce e la Madonna aggiunge: "Questa sorgente è riservata per me". Quindi saluta: "Buona sera, arrivederci!". Infine sale verso il cielo, con lo sguardo rivolto a Mariette, e scompare lentamente.

Terza apparizione
Giovedì 19 gennaio, alle 19 Mariette si inginocchia in giardino e prega. Poi grida: "Eccola!". E chiede: "Chi siete mia Bella Signora?". La Madonna risponde: "Io sono la Vergine dei Poveri". Mariette si alza e segue la visione fino alla sorgente del giorno prima; quindi domanda: ""Bella Signora, voi ieri avete detto: 'Questa sorgente è riservata per me'. Perché per me?". La Vergine sorride e risponde: "Questa sorgente è per tutte le nazioni... per gli ammalati". La bambina ripete queste parole con voce nitida aggiungendo: "Grazie, grazie!". La Madonna dolcemente soggiunge: "Pregherò per te. Arrivederci", quindi scompare allontanandosi nel cielo.

Quarta apparizione
Venerdì 20 gennaio, alle 19 Mariette si inginocchia e recita il Rosario. E' presente un gruppo numeroso di persone. Dopo un po’ la fanciulla grida: "Eccola!". Poi chiede: ""Cosa desiderate, mia Bella Signora?". La Madonna risponde: "Desidererei una piccola cappella". Quindi benedice la piccola e si allontana nel cielo, scomparendo. Mariette sviene e viene portata a casa, dove riprende conoscenza. Nei giorni seguenti esce ogni sera alle 19 per pregare il Rosario, dicendo più volte: "Devo uscire, bisogna che vada. Ella mi chiama!". La Madonna tuttavia non appare fino all'11 febbraio.

Quinta apparizione
Sabato 11 febbraio, alle 19 Mariette si inginocchia in giardino e recita il Rosario, con un gruppo di persone. Ad un certo punto si alza di scatto e si dirige alla sorgente, dove immerge le mani. La Madonna le dice: "Io vengo ad alleviare la sofferenza". La fanciulla risponde: "Grazie! Grazie!". La Vergine la saluta: "Arrivederci" e si allontana.

Sesta apparizione
Mercoledì 15 febbraio la Madonna ritorna e Mariette le dice: "Santa Vergine, il signor cappellano mi ha pregato di chiedervi un segno". La Madonna risponde: "Credete in me, io crederò in voi". Poi la Vergine confida un segreto a Mariette e aggiunge: "Pregate molto, arrivederci". E si allontana.

Settima apparizione
Lunedì 20 febbraio la Madonna conduce ancora Mariette alla sorgente e dice: "Mia cara bambina, prega molto". Quindi, cessando di sorridere, aggiunge: "Arrivederci". E si allontana.

Ottava apparizione
Giovedì 12 marzo piove a dirotto. Al terzo Rosario improvvisamente il tempo si fa sereno e Mariette tende le braccia. La Madonna appare con il volto serio e triste dice: "Io sono la Madre del Salvatore, Madre di Dio" e aggiunge: "Pregate molto". Poi stende le mani sulla fanciulla, la benedice e dice: "Addio".

Il messaggio di Banneux.
La Madonna viene a condurci a Gesù, che è la sorgente della vita e di tutte le grazie. L'acqua è simbolo dello Spirito santo, che Gesù fa scendere su di noi e fa dimorare in noi. La preghiera è la nostra domanda di questo dono e ci apre ad esso. La Madonna specifica che esso è per tutte le nazioni: tutto  il mondo è chiamato a chiedere e accogliere questa grazia. La Madonna ha scelto di apparire di notte per simboleggiare la condizione di smarrimento dell'umanità e la luce che solo Dio ci può donare. Ella si è presentata come "la Vergine dei Poveri" per indicare non solo la sua attenzione verso i più deboli, ma anche la necessità per noi di essere mendicanti di Cristo.

L'apparizione al Rabbino
Il 20 aprile 1942, Mons. Louis-Joseph Kerkhofs, vescovo di Liegi-Hasselt, che un mese prima aveva autorizzato il culto della "Vergine dei Poveri" di Banneux e che il 22 agosto 1949 riconoscerà ufficialmente le apparizioni, protesta pubblicamente contro l'arresto degli Ebrei e si adopera con decisione perché i sacerdoti e le comunità religiose della sua diocesi salvino i bambini ebrei in pericolo. Anche il rabbino Giuseppe Lepkifker si rifugia presso il Santuario di Nostra Signora di Banneux dove il 30 agosto 1942 gli sarebbe apparsa la Madonna, come da lui riferito al vescovo. Alla fine della guerra il vescovo verrà onorato presso la Sinagoga di Liegi come "principe della carità" e sarà iscritto tra i "giusti delle nazioni" a Gerusalemme nel 1981.


Cfr R. Laurentin – P. Sbalchiero, Dizionario delle "apparizioni" della Vergine Maria, trad. it., Edizioni Art, Roma 2010, voce "BANNEUX I", pp. 104-106. La traduzione dei messaggi della Vergine Maria è tratta da: www.madonnadeipoveri.org.